Ominide 2324 punti

Processo e processore - Differenze

Quando si deve eseguire un lavoro occorre conoscere l’elemento delle cose da fare e i dati su cui operare.
Il processo è chiamato anche elaborazione o esecuzione, è un insieme formato dalle operazioni da svolgere in sequenza e dai dati che vengono elaborati o calcolati durante queste operazioni per svolgere il compito assegnato.
Il processore è l’esecutore del processo, cioè l’ente che causa l’evoluzione del processo nel tempo.
Il processo si evolve nel tempo o si sviluppa nel tempo ed è sequenziale.
Esempi:
1. treno e trasporto dei viaggiatori e di merci
processo: trasporto
processore: treno
2. Computer ed elaborazione dati
processo: elaborazione dati
processore: computer.

Differenza tra computer e processore

Considerato che il calcolo fa riferimento ad operazioni aritmetiche ed algebriche eseguite su quantità numeriche, il calcolatore e computer è un qualsiasi strumento idoneo a risolvere automaticamente tali funzioni, invece, il trattamento, l’elaborazione e la comunicazione delle informazioni appartengono a strumenti più complessi chiamato processor o elaboratori che sono anch’essi computer quando vengono affidati a risolvere problemi di calcolo.

Differenze e tipi di calcolatori
Ci sono tre tipi di calcolatori e sono differenti:
Digitale (digital), perché operano su numeri opportunamente codificati, e che rappresentano dati numerici o di altro tipo. Possono essere elettronici e automatici:
- I digitali sono elettronici perché sfruttano largamente la tecnologia elettronica;
- Automatici perché dopo averli opportunamente predisposti ed avviati, funzionano da soli senza interventi esterni;
- Analogico (analog), perché risolvono problemi simulandoli con opportuni modelli che operano su informazioni che rappresentano grandezze che variano con continuità e che sono derivate da opportuni leggi fisiche;
- Ibrido, perché ha tutte le caratteristiche sia di quello analogo che quello digitale, cioè un mix.

Registrati via email