Livelli fisico e MAC di 802.11

Livello fisico

Per l’installazione di una rete wireless occorrono almeno un Access Point wireless e un adattatore wireless per ogni stazione da connettere. Se è un desktop, l’adattatore può essere su scheda PCI o tramite porta esterna USB.
Se è un notebook, l’adattatore wireless può essere integrato nella macchina oppure può essere in formato PC Card da inserire nello slot Pcmcia del PC portatile.

Livello MAC

Il MAC dell’IEEE 802.11 prevede due tipi di configurazione di rete wireless:

Ad hoc network: composta da un piccolo numero di stazioni peer to peer;
Infrastructure network: che prevede un sistema di distribuzione cui si accede attraverso gli Access Point.

Il sistema di distribuzione (DS) che unisce gli AP può essere sia cablato sia anch’esso wireless.
L’insieme delle stazioni che colloquiano tra loro pariteticamente o attraverso il medesimo AP viene detto Basic Service Set (BSS). L’insieme di più BSS connessi tra loro attraverso un sistema di distribuzione viene detto Extended Service Set (ESS).

Le reti 802.X cablate utilizzano il metodo di accesso al mezzo CSMA/CD; le reti wireless sono impossibilitate invece a usare tale metodo perché con le tecnologie senza fili non è possibile effettuare in modo efficace sia l’ascolto del canale per vedere se è libero sia la rilevazione delle eventuali collisioni.
Per cercare di ridurre questi problemi viene quindi adottato il metodo CSMA/CA (CSMA/Collision Avoidance). Questo metodo prevede che quando una stazione ha necessità di trasmettere, prima ascolta il canale per sentire se qualche altra stazione sta trasmettendo, in tal caso si pone in attesa che il mezzo si liberi e quando finalmente lo trova libero, non trasmette subito ma prima aspetta che resti libero per un breve intervallo di tempo, poi, per diminuire la probabilità di collisione, genera un intervallo di tempo casuale al termine del quale trasmette, sempre che il canale sia rimasto libero.
Viene previsto anche un ulteriore controllo attraverso lo scambio di opportuni segnali tra la stazione che trasmette e quella che riceve. Al termine dell’intervallo di tempo casuale, prima di trasmettere il fraine di dati, la stazione mittente invia un frame di controllo RTS (Request To Send) alla ricevente per chiedere l’autorizzazione alla trasmissione, solo quando la ricevente invia a sua volta l’autorizzazione attraverso il frame CTS (Clear To Send), avviene la trasmissione di dati, al termine della quale se tutto è andato a buon fine, la stazione destinataria invia un messaggio di ACK. I frame RTS e CTS contengono anche informazioni sulla durata della trasmissione, queste informazioni vengono acquisite dalle stazioni non coinvolte nella trasmissione che quindi resteranno in “silenzio” per tutta la durata senza provocare collisioni.

Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email