Le linee di trasmissione vengono impiegate per trasferire energia da un generatore ad un carico.
Alle basse frequenze, ad esempio alla frequenza di rete (50 Hz circa), si usano normali conduttori e lo studio può essere fatto con la teoria dei circuiti.
Alle alte frequenze si impiegano cavi coassiali o linee bipolari del tipo a piattina ed il comportamento dipende dalle costanti distribuite dei dispositivi; a frequenze ancora più alte si usano guide d'onda o fibre ottiche.
Una particolare condizione delle linee trasmissive è l'adattamento di impedenza.
Una linea non è adattata al carico quando è chiusa su un'impedenza di carico diversa dall'impedenza caratteristica.
In questo caso, si originano onde stazionarie, che è necessario eliminare per i seguenti motivi:
- in regime di onde stazionarie si hanno lungo la linea un'onda diretta ed un'onda riflessa; parte dell'energia, pertanto, non viene assorbita dal carico, ma riflessa e le perdite corrispondenti all'onda riflessa diminuiscono il rendimento della trasmissione di energia;

- nelle misure, l'onda riflessa può causare errori;
- in regime di onde stazionarie, la tensione lungo la linea non è costante, e nei massimi può raggiungere valori superiori alla tensione massima della linea.
L'adattamento, quindi, consiste nell'elminare l'onda riflessa e quindi l'onda stazionaria.

Registrati via email