Dreke90 di Dreke90
Genius 6795 punti

La distribuzione in rete dei dati di un database.

Esaminiamo ora il caso in cui un database non è più interamente allocato nella memoria di massa di un sistema centralizzato,ma distribuito nelle memorie di massa di più computer connessi tra loro attraverso una rete locale o geografica.
Un database distribuito DDB (Distributed DataBase) e una collezione di dati che appartengono logicamente alla stessa organizzazione ma sono distributivi sui nodi di una rete di computer.
Un DDBMS (Distributed DataBase Management System) è un sistema software che ha il compito di gestire il DDB.
Un esempio di Sistema Informativo Automatizzato i cui dati sono memorizzati in un database distribuito e quello di una banca con più sedi situate in luoghi diversi.
Ogni database con le informazioni che servono per le transazioni che operano in locale.
Ognuno di questi database locali costituisce poi una parte di un database distribuito,connesso attraverso una rete di computer. Le applicazioni distribuite,come ad esempio il trasferimento di fondi da una sede a un'altra o l'analisi dei conti a livello di gruppi di sedi,accederanno i dati distribuiti su più nodi.

Per l'utente del database distribuito deve essere del tutto trasparente il fatto che i dati che la sua applicazione sta elaborando siano distribuiti,nel senso che dovrà esser il DDBMS a occuparsi di accedere ai dati che possono trovarsi allocati localmente o distribuiti su altri nodi.
Il DDBMS dovrà perciò seguire delle strategie per recuperare i dati richiesti,in modo che la transazione possa essere portata a termine.
Diviene a questo punto fondamentale importanza utilizzare tecniche di distribuzione dei dati che semplifichino il lavoro del DDBMS.
Tali tecniche si distinguono in:
1)Frammentazione delle tabelle
2)Replica delle tabelle.

Registrati via email