valep91 di valep91
Ominide 31 punti

I SISTEMI DI NUMERAZIONE

Le quantità numeriche vengono espresse generalmente utilizzando il sistema di numerazione decimale, che si chiama così perché utilizza 10 cifre (0,1,2,3,4,5,6,7,8,9) per rappresentare i numeri. Si dice anche che i numeri sono rappresentati in base dieci.
In informatica vengono utilizzati anche altri sistemi di numerazione;
il sistema binario (numeri in base 2), il sistema ottale (numeri in base 8) e il sistema esadecimale (numeri in base 16).
Bit: Abbreviazione di Binary Digit, cioè cifra binaria, la cifra 0 oppure la cifra 1.


IL SISTEMA BINARIO

Le cifre del sistema binario 0 e 1 assumono un valore posizionale nella scrittura del numero binario con riferimento alle potenze di 2.
La trasformazione di un numero binario in un numero decimale avviene secondo la seguente regola:
Si moltiplica ciascuna cifra binaria a partire da destra per la corrispondente potenza di 2 e si sommano i prodotti ottenuti.

La trasformazione inversa, da un numero decimale a un numero binario, viene effettuata secondo la seguente regola:
si divide il numero dato per 2 e si scrive il resto (che può essere 0 o 1); il quoziente ottenuto viene a sua volta diviso per 2 ottenendo un nuovo resto; si prosegue fino a quando si ottiene come quoziente il numero 0.
La sequenza di resti, letta dall’ultimo al primo, fornisce il numero binario corrispondente al numero decimale dato.


IL SISTEMA ESADECIMALE

Il sistema esadecimale utilizza 16 cifre: 0,1,2,3,4,5,6,7,8,9,A,B,C,D,E,F.
Per trasformare un numero binario in un numero esadecimale si raggruppano le cifre del numero binario a gruppi di quattro a partire da destra, e si trasformano le cifre di ciascun gruppo nel corrispondente numero esadecimale, secondo la tabella di conversione.
Per trasformare un numero esadecimale in un numero binario si fa corrispondere a ciascuna delle cifre esadecimali che compongono il numero un gruppo di quattro bit secondo la tabella di conversione.

Registrati via email