Sintassi del nominativo

Il doppio nominativo.
Si parla di doppio nominativo quando il verbo è completato dal soggetto e dal predicativo del soggetto.
Verbi che reggono il doppio nominativo:
1) verbi elettivi, appellativi ed estimativi (= sono chiamati verbi copulativi) usati alla forma passiva.
es: Vercingetorix rex a suis appellatur = Vercingetorige viene chiamato re dai suoi.

2) alcuni particolari verbi intransitivi, come "nascere, vivere, morire, diventare, rimanere".

Il verbo videor.
Il verbo videornel significato di "sembrare, parere" presenta due diversi costrutti:

A) costrutto impersonale. videorè costruito alla terza persona singolare e seguito da infinito o da una proposizione infinitiva. Tale costruzione è adoperata quando:
1) assume valore deliberativo ("sembrare bene, opportuno"; gli aggettivi non sono espressi in latino, ma sono necessari per la traduzione);

2) si trova unito ad un aggettivo neutro (es: facile, utile, opportunum);
3) è seguito da un verbo o da una forma impersonale;
4) è impiegato in locuzioni accidentali;
5) regge un'oggettiva al futuro il cui verbo non ha il supino.

B) costrutto personale. Il costrutto personale di videor corrisponde al costrutto impersonale italiano di "sembrare", usato alla terza persona singolare e seguito da una preposizione subordinata soggettiva che ha come soggetto il soggetto di videor.
esempio: Romani videntur mihi vicisse Gallos.
traduzione letterale: I Romani(= soggetto di videor) sembrano a me aver vinto i Galli.
traduzione corretta: mi sembra che i Romani abbiano vinto i Galli.

I verba dicendi o costrutto di dicor, feror, trador, narror.
Questi verbi, usati alla forma passiva, si costruiscono nel seguente modo:
1) quando sono al presente o derivati (imperfetto, futuro semplice) si costruiscono come il costrutto personale di videor.
es: animosus esse diceris.
traduzione letterale: tu sei detto essere coraggioso.
traduzione: si dice che tu sia coraggioso.

2) quando sono al perfetto o derivati si costruiscono come il costrutto impersonale di videor.
es: traditum est Homerum fuisse caecum.
traduzione: è stato tramandato che Omero fosse cieco.

I verba iussivi o vetandi (iubeor, vetor).
Hanno sempre costrutto personale: la persona a cui si vieta/comanda è il soggetto del verbo. Sono sempre al passivo.
es: Prohibiti estis in provincia vestra pedem ponere.

traduzione letterale: voi siete stati proibiti di metter piede nella vostra provincia.
traduzione: è stato proibito a voi di mettere piede nella vostra provincia

Registrati via email