Genius 13051 punti

Pronome di terza persona

Il pron. di terza persona è espresso in lat. da is, ea,id e non ha valore riflessivo quando è riferito a persone diverse dal soggetto.
Es:
1. Caesar videt milites eos laudat.
Cesare vede i soldati e li loda.
2. Mater vocat ancillam et praenium donat
La madre chiama l’ancella e la dona un premio.

Pronome riflessivo
Se il pron. di terza persona è riferito al soggetto della proposizione esso assume valore riflessivo. Questo pronome ha le stesse uscite per il singolare e il plurale ed è privo di nominativo.

Nom -
Gen Sui (di sé)
Dat Sibi (a sé)
Acc Se (sé)
Voc -
Abl Se o Secum (da sé, con sé)

N.B Il caso acc. tuttavia può essere rafforzato e prsentare la forma ‘Sese’
- Nel caso dat. si può trovare la forma ‘sibibet’

- L’abl può presentare la forma ‘secum’ per esprimere il complemento di compagnia

Declinazione is, ea, is
masch femminile Neutro
Nom is ea id
Gen eius eius eius
Dat ei ei ei
Acc eum eam id
Abl eo ea eo


Plurale

Nom ii(ei) eae ea
Gen eorum earum eorum
Dat iis(eis) eis(iis) eis(iis)
Acc eos eas ea
Abl iis(eis) iis(eis) iis(eis)

Registrati via email