Genius 2742 punti

Prima declinazione

Domina dat rosam
sogg. nom. pred. verb. (dà) compl. ogg.

Iulia est ancilla dominae
sogg. nom. copula (è) parte nominale nom. compl. di specif. gen.

Puella dat rosam dominae
sogg. nom. pred. verb. (dà) compl. ogg. compl. di term. dat.

Puella amat dominam
sogg. nom. pred. verb. (ama) compl. ogg. acc.

Domina, ora deam
compl. di voc. voc. pred. verb. (ama) compl. ogg.

Puella ornat aram cum domina
sogg. nom. pred. verb. (orna) compl. ogg. compl. di comp. cum + ablativo

Poiché conosci già i casi e la loro funzione logica, puoi già provare a tradurre.

PAROLE NUOVE:
puella - ae la fanciulla
ara - ae l'altare
domina - ae la padrona

Prima declinazione

La prima declinazione comprende sostantivi che escono al nominativo singolare in a e al genitivo in ae. Si tratta per la maggior parte di nomi femminili, ma non mancano alcuni maschili che hanno la stessa declinazione dei nomi femminili.
Nella prima declinazione mancano i nomi neutri.
Ricorda che per riconoscere a quale declinazione appartiene un nome, bisogna guardare il genitivo singolare. Perciò sul vocabolario ogni sostantivo è indicato con il nominativo e con il genitivo.
Togliendo la desinenza del genitivo, otterrai la radice del nome a cui potrai aggiungere le altre desinenze.

SINGOLARE

femm. Masch.
Nom. domin-a naut-a
Gen. domin-ae naut-ae
Dat. domin-ae naut-ae
Acc. domin-am naut-am
Voc. domin-a naut-a
Abl. domin-ā naut-ā

PLURALE

Femm. Masch.
Nom. domin-ae naut-ae
Gen. domin-arum naut-arum
Dat. domin-is naut-is
Acc. domin-as naut-as
Voc. domin-ae naut-ae
Abl. domin-is naut-is


Ricorda che il nominativo e il vocativo singolare escono in a che si distingue dalla a dell' ablativo per la quantità della vocale. Dativo e ablativo plurale escono in is, genitivo e dativo singolare, nominativo e vocativo plurale in ae.

Hai notato che in latino, di solito, il verbo è espresso alla fine della frase e che spesso il genitivo è messo prima del nome a cui si riferisce, come si usa anche in inglese? Es.: deae ara (l'altare della dea).

Particolarità della prima declinazione

A Il sostantivo familia, quando è accompagnato dai nomi pater, mater, filius, filia, utilizza al genitivo l'antica desineza as (pater familias = padre di famiglia; filia familias = figlia di famiglia).

B I sostantivi filia, dea, liberta ed equa al dativo e all' ablativo plurale escono in abus invece che in is per distinguersi dai rispettivi maschili che appartengono alla seconda declinazione (filiis et filiabus = ai figli ed alle figlie).

C Alcuni nomi al genitivo plurale escono in um invece di arum (anphorum = delle anfore; dracmum = delle dracme; caelicolum = degli abitanti del cielo).

D Alcuni nomi comuni e nomi di città hanno solo il plurale (nomina pluralia tantum), tra i quali ricorda:

divitiae-arum la richezza
insidiae-arum le insidie
deliciae-arum la delizia
nuptiae-arum le nozze
Athenae-arum Atene
Syeacusae-arum Siracusa
Thebae-arum Tebe
Cumae-arum Cuma
minae-arum minaccia

Ricorda che aggettivi, predicato nominale e verbale, se si riferiscono a uno di questi nomi che hanno solo il plurale, devono concordare con esso nel numero. Es. Athenae poetis carae sunt si tradurrà: Atene è cara ai poeti.

E Vi sono sostantivi che al plurale hanno un significato diverso dal singolare:

SINGOLARE PLURALE

Copia-ae - abbondanza, ricchezza copiae-arum - le truppe

Littera-ae - lettera dell' alfabeto litterae-arum-lettera, missiva, letteratura


vigilia-ae - veglia vigiliae-arum - le sentinelle

opera-ae - l'opera operae- arum - gli operai

Registrati via email