Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

Preverbi e verbi composti

Verbi composti del latino: verbi semplici con anteposte quelle che si considerano preposizioni, ma che originariamente erano avverbi!

E io lo dico a Skuola.net
Preverbi e verbi composti

Nei verbi composti (il cui prefisso è solitamente utilizzato come preposizione, ma originariamente si trattava di antichi avverbi, cioè parole legate al verbo e nate proprio per esprimere meglio l’azione verbale, più il verbo semplice). L’accusativo originariamente indicava il punto d’arrivo dell’azione, sia rappresentato da oggetto concreto sia astratto. Si diceva per esempio “eo Romam” ma anche “eo Latium”; sviluppandosi la lingua essa ha poi avvertito la necessità di chiarire meglio se il moto comportava l’avvicinarsi ad un luogo o l’entrarvi, da cui:
- eo IN Latium (con l’idea di entrarvi)
- eo AD Latium (con l’idea di avvicinarsi)

“In” ed “ad” originariamente stavano ad-verbum, cioè presso il verbo. In progresso di tempo il nesso tra “in” ed “ad” ed il rispettivo verbo si è fatto sempre più debole, mentre si rafforza il legame tra gli originari avverbi ed i sostantivi che seguono: a questo punto il processo è totalmente compiuto e tali parole si sono trasformate in preposizioni (con un cambiamento anche di natura grammaticale, perché le preposizioni specificano i complementi, prima espressi semplicemente dai casi usati). Le preposizioni conservano la valenza di avverbio quando, anteposte al verbo, formano i composti!
ad  avvicinamento
in  ingresso
per  passaggio
ob  ostacolo
de  dall’alto in basso
ab  uscita da luogo aperto
ex  uscita da luogo chiuso
sub  stare sotto
super  stare sopra
cum  compagnia
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare