Congiuntivo irreale

Il congiuntivo irreale esprime un'azione o una circostanza che potrebbe o avrebbe potuto attuarsi, ma che invece non si attua o non si è attuata. La negazione è non oppure haud.
Se la circostanza irreale si colloca nel presente, si usa il congiuntivo imperfetto; se la circostanza irreale si colloca nel passato, si uscisa il congiuntivo piuccheperfetto.
Ricordiamo che, nel caso di eventi irrealizzabili, l'imperfetto congiuntivo latino corrisponde a un condizionale presente italiano (dicerem = direi) mentre il piuccheperfetto corrisponde a un condizionale passato (dixissem = avrei detto )

Esempi
Commemorarem ducum gravissimos casus,multos claros viros nominarem, sed hoc genere nihil opus est.

Ricorderei penosissime vicende di condottieri, nominerei molti uomini illustri, ma non c'è alcun bisogno di questo genere ( di cose )

Iam antea fecissem, sed me multa impediverunt.

Lo avrei fatto anche prima, ma molte cose me lo hanno impedito.

Registrati via email