Genius 13051 punti

Perfetto - Formazione

Il perfetto è uno dei tempi fondamentali del verbo latino, per questo questo motivo compare nel paradigma. Dal tema del perfetto si formano, infatti, altri tempi:
• futuro anteriore indicativo
• piuccheperfetto indicativo
• congiuntivo
• infinito perfetto.

Il tema del perfetto lo si ricava togliendo la desinenza “i”
Amav – ‘i’ = Tema Pf. Amav
Desinenza = i
-i
-isti sing.
-it
-imus
-istis plur.
-erunt

Amav-i
Amav-isti
Amav-it
Amav-imus
Amav-istis
Amav-erunt

Il perfetto si traduce in Italiano con il passato remoto (io amai) o con il pass. pross. (ho amato).

Tipologie di perfetto.

In lat. ci sono vari tipi di perfetto
• I perfetti in ‘vi’ come amavi, laudari, ornavi ecc.
• “ in ‘ui’ come monui, posui ecc
• “ siglatici come duxi, dixi ecc
• “ apofonici (alternanza vocalica) come legi, vidi

Il vocalismo è cambiato (può essere quantitativo o qualitativo) ma altri perfetto di verbi comi facio = feci, capio = cepi sono sia apofonici qualitativi che quantitativi
• I perfetti raddoppiati come pepuli da pello,-is; momordi da mordeo.

Nei pf. Della quarta questa ‘vi’ può cadere. Se la ‘v’ viene soppressa allora troveremo.

Audivi = Audi (i)
La stragrande maggioranza dei verbi della prima coniugazione presentano il perfetto in ‘vi’.

Registrati via email