dony960 di dony960
Ominide 32 punti

Cum + congiuntivo

Il cum narrativo è un costrutto latino così denominato poiché viene spesso usato nelle narrazioni di carattere storico. Nella lingua latina, esso si trova espresso con cum + congiuntivo presente, imperfetto, perfetto, piuccheperfetto. Nella lingua italiana, il cum + congiuntivo presente o imperfetto si tradurrà con il gerundio presente, ad es. agendo (attivo o passivo in relazione alla forma in cui si trova il congiuntivo latino); il cum + congiuntivo perfetto o piuccheperfetto si tradurrà con il gerundio passato, ad es. avendo agito (attivo o passivo in relazione alla forma in cui si trova il congiuntivo latino). Questa modalità di traduzione è detta implicita.

Il cum narrativo si può tradurre anche in forma esplicita, ossia con una proposizione di natura subordinata causale (poiché, perché + il modo indicativo), temporale (quando + il modo indicativo), concessiva (sebbene + il modo congiuntivo).

ES: Zenonem, cum Athenis essem, audiebam frequenter.
Forma implicita:
Zenone, stando io ad Atene, ascoltavo frequentemente.
Forma esplicita:
Poiché io stavo ad Atene, frequentemente ascoltavo Zenone.


Dum + presente indicativo

Si osservi la frase italiana:

Mentre giocavo, tu andasti a casa.

Come si può notare, tra la reggente e la principale vi è un rapporto di contemporaneità, dato che le due azioni si svolgono nello stesso istante. Nella lingua latina, per rendere questa idea di contemporaneità tra reggente e subordinata, ci si serve del costrutto Dum + presente indicativo; e nello specifico il 'mentre' della subordinata si traduce con dum, mentre l’imperfetto italiano, in latino, andrà al modo indicativo presente rispettando la persona italiana. Quando dobbiamo tradurre dal latino all’italiano, applicheremo il procedimento inverso, ossia il dum si traduce 'mentre', mentre il presente indicativo latino si traduce con l'imperfetto indicativo italiano, rispettando la persona latina.

Es: Dum haec in aliis locis ad Romanis geruntur, iam Tarentum pervenerat Hannibal.

Mentre queste cose erano fatte dai Romani in altri luoghi, già Annibale era giunto a Taranto.

Registrati via email