Genius 2742 punti

Analogie e differenze nella strutta tra italiano e latino

In latino come in italiano ogni parola è costituita da due elementi: radice e desinenza.
Esempio:

Italiano
Sing. Cas-a
Plur. Cas-e

Latino
Sing. Insul-a
Plur. Insul-ae

La lingua italiana classifica tutti i sostantivi in quattro gruppi, in base al cambiamento della desinenza, ma in italiano le declinazioni non hanno alcuna funzione logica nella frase, infatti non sono determinanti per indicare i complementi.
A tale scopo, la lingua italiana fa uso degli articoli e delle preposizioni articolate.
In latino manca l'articolo, ma ci sono i casi che ci permettono di comprendere la funzione logica di un sostantivo.

Nominativo (Nom.) caso del soggetto, della parte nominale e del predicativo del soggetto
Genitivo (Gen.) caso del complemento di specificazione

Dativo (Dat.) caso del complemento di termine
Accusativo caso del complemento oggetto e del predicativo dell' oggetto
Vocativo caso del complemento di vocazione
Ablativo caso dei complementi di mezzi e di causa

Esempio: Sicilia est in Italia
Livia est cum filia

L' insieme dei casi si chiama declinazione.

Italiano: La statua della dea

Latino: Statua deae

In latino, dunque, le parti del discorso sono otto, perché manca l'articolo, mentre in italiano sono nove.
In latino, rispetto al genere, esistono maschile, femminile e neutro.

Registrati via email