Ominide 51 punti

L’ablativo assoluto è una proposizione incidentale di natura temporale, concessiva o causale, sciolta dalla principale ovvero ha soggetti diversi.
L’ablativo assoluto è costituito essenzialmente da due termini in caso ablativo, un sostantivo o pronome e un verbo in modo participio, strettamente uniti e concordati fra loro, e senza relazioni grammaticali con la proposizione reggente.
Il soggetto e il verbo al participio vanno entrambi in caso ablativo concordati tra loro.
Es:
regnando Numa Pompilio, a Roma molti templi furono costruiti
Numa Pompilio regnante, Romae multa templa edificata sunt

Eccezioni:
- l’ablativo assoluto non è possibile quando la principale è legata alla subordinante
- il verbo essere manca sia del participio presente che del passato, il verbo essere nei casi in cui è richiesto è sottinteso

Registrati via email