daddy8 di daddy8
Ominide 1072 punti

Le proposizioni coordinate

Le proposizioni coordinate sono quelle proposizioni che, accostate ad una proposizione precedente, ne assumono lo stesso valore. Solitamente sono introdotte da congiunzioni coordinanti (es. "ma, e, o" ecc); ma si presentano anche casi in cui due o più proposizioni coordinate vengano accostate per mezzo di segni d'interpunzione, come per esempio la virgola. Più proposizioni coordinate accostate le une alle altre prendono il nome di coordinate giustapposte
Esse si dividono in diversi tipi, dipendentemente dalla congiunzione che le collega:

Disgiuntive: sono proposizioni collegate da congiunzioni disgiuntive ("ovvero, oppure, o"), che stabiliscono un rapporto di esclusione tra un elemento e l'altro, esempio:
"Rimarrò a casa o andrò a vedere la partita"

Avversative: vengono collegate da congiunzioni avversative quali "ma, bensì, però, anzi" ecc, le quali, stabiliscono un rapporto di contrasto tra un elemento e l'altro, esempio:
"Hai dato il massimo ma non è stato sufficiente"

Copulative: sono collegate da congiunzioni copulative quali "e, né" ecc, esempio:
"Non lo voglio sentire vedere"

Conclusive:: sono collegate da congiunzioni conclusive quali "perciò, pertanto, quindi, dunque" ecc, che introducono una proposizione che conclude quella precedente, esempio:
"Sono io il capo, perciò mi prenderò tutte le responsabilità"

Esplicative: sono proposizioni collegate da congiunzioni esplicative quali "cioé, infatti" ecc, che introducono una proposizione che spiega, specifica, puntualizza quella precedente, esempio:
"Non ha studiato tutto l'anno, infatti è stato bocciato".

Correlative:: sono introdotte da congiunzioni correlanti come "non solo, ma, non...è" ecc, e stabiliscono un rapporto di correlazione tra i due elementi coordinati, esempio:
"O guidi tu, o guido io"

Registrati via email