Daniele di Daniele
Blogger 27611 punti

le regole per la formazione dell'apposizione

In grammatica l'apposizione è un nome che affianca un altro nome con l'obiettivo di chiarire il suo significato. Esistono varie tipologie di apposizione, come per esempio l'apposizione semplice, che è formata solo da un nome; l'apposizione complessa, quando viene accompagnato da un attributo oppure da un determinato complemento di specificazione. L'apposizione è formata solo da sostantivi, mentre l'attributo è costituito da un aggettivo; per questo motivo apposizione e attributo si differenziano l'uno dall'altro.

Indice

L'apposizione - Versione alternativa 1
Regola dell'apposizione - Versione alternativa 2
Apposizione e attributo

L'apposizione

L'apposizione consiste in un nome che si mette accanto ad un altro nome per determinarlo o chiarirne il significato. L'apposizione si distingue:
* apposizione semplice, se è costituita solamente da un nome
* apposizione complessa, se è accompagnata anche da un attributo o da un complemento di specificazione.
L'apposizione differisce dall'attributo perchè, mentre questo è costituito da un aggettivo, l'apposizione è costituita da un solo sostantivo. Per questa ragione l'apposizione in latino concorda solamente nel caso con il nome a cui si riferisce (mentre l'attributo, concorda solo in genere,numero e caso). Ma se l'apposizione è costituita solo da un sostantivo mobile, essa concorda anche nel numero e nel genere con il nome a cui si riferisce.

Regola dell'apposizione

L'apposizione è un nome che generalmente ne accompagna un altro e ci da informazioni più dettagliate su quest'ultimo, in poche parole, per meglio descriverlo. Esso non ha ruolo autonomo all'interno del periodo, ma dipende da quale nome accompagna. Dipendentemente da esso avremo, infatti, diversi tipi di apposizione. Vediamo quali:

-apposizione del soggetto: "Il dottor Sergio Bianchi è in linea"

-apposizione del complemento oggetto: "Ho litigato con mio cugino Paolo"

-apposizione di complementi indiretti: "Questa poesia è di Shakespeare, poeta"

-apposizione del predicato nominale: "Quello è mio padre, il capo"

Da tenere presente è il fatto che l'apposizione si differenzia dall'attributo in quanto, mentre quest'ultimo è formato da un aggettivo, l'apposizione è invece formata da un unico sostantivo.

Inoltre le apposizioni si dividono in "semplici" e "composte".

Quando l'apposizione è data da un solo nome, si tratta di apposizione semplice.

Mentre se all'apposizione si accostano altri elementi, allora si parlerà di apposizione composta. Vediamo alcuni esempi:

Lo scrittore Pietro è nel suo studio [scrittore, apposizione semplice]

Lo scrittore, uomo giovane dalla grande sapienza, è molto famoso [uomo giovane dalla grande sapienza, apposizione composta]

Apposizione e attributo

Attributo: Aggettivo che precisa le caratteristiche del nome a cui si riferisce.

es.

Era una bella giornata.
bella è l'attributo.

Entrò in una stanza buia.
buia è l'attributo

L'attributo può accompagnare: soggetto, nome in funzione appositiva, complementi r nome del predicato.

es.

L'uomo rabbrividì per il vento glaciale
Per il vento glaciale attributo del complemento di causa

Un vento glaciale spazzava le strade
un vento glaciale attributo del soggetto

Quanto rimaneva della bufera era un vento glaciale
attributo del nome del predicato.

Anche gli avverbi che si aggiungono a un nome sono attributi

es.

Il parafrago davanti era tutto ammaccato
davanti è un attributo

Apposizione: Nome che si lega ad un altro nome per definirlo meglio.

es.

Il lago vittoria è uno dei laghi più grandi dell'Africa.
lago è un'apposizione.

Annapolis,la capitale dello stato del Maryland, prende il nome dalla regina Anna
La capitale dello stato del Maryland/regina sono apposizioni.

L'apposizione si può trovare all'interno del sintagma preposizionale oppure si affianca al nome.

Autori che hanno contribuito al presente documento: zippetto, daddy8, webb97.

Registrati via email