Scoppio di Scoppio
Mito 26022 punti

L'infinito

In inglese per formare i tempi verbali si parte dalla base form, la forma base chiamata anche "Infinito senza to". Quindi in inglese l'infinito di un verbo si costruisce mettendo to davanti alla forma base di un verbo. In questo caso la particella to non rappresenta una preposizione, ma per la traduzione si può far corrispondere ad alcune preposizioni italiane, come di, a, da, per seguite ovviamente dal verbo all'infinto.

La forma negativa dell'infinito si ottiene aggiungendo una negazione, solitamente not, davanti al verbo.

Ad esempio possiamo ricordare la famosa frase di Shakespeare:
To be, or not to be, that is the question. Traducendo:
Essere o non essere, questo è il problema.

L'infinito può anche essere usato come soggetto o predicato all'interno di una frase. Questo è un uso molto formale della lingua. Nell'uso informale si preferisce utilizzare l' it preparatorio, cioè un soggetto impersonale rappresentato da it seguito dall'infinito.

Nei verbi che esprimono intenzione o volontà nelle risposte informali si preferisce terminare una frase con to, senza ripetere lo stesso verbo detto in precedenza.

Ad esempio:
Would you like to go to the cinema? I'd like to

In inglese esistono molte forme di infinito: esiste sia il presente che il passato dell'infinito semplice, e altre due forme, presente e passato, per l'infinito progressivo.

Vediamo la coniugazione all'infinito del verbo listen:
- Presente semplice: to listen Ascoltare
- Presente progressivo: to be listening Stare ad ascoltare
- Passato semplice: to have listened Avere ascolatato
- Passato progressivo: to have been listening Essere stato ad ascoltare

Registrati via email