Ominide 2324 punti

La rappresentazione del territorio

La rappresentazione più fedele del nostro pianeta viene realizzata dal mappamondo, o globo.
Per muoversi sul territorio è necessario invece utilizzare una rappresentazione più dettagliata: la carta geografica.
La carta geografica è una rappresentazione piana della superficie terrestre realizzata con le proiezioni.
La tecnica cartografica che sfrutta le immagini da satellite è detta telerilevamento.

La scala è il valore numerico o grafico che indica quante volte sono state ridotte le distanze reali rappresentate su una carta geografica: più la scale è piccola e più il territorio rappresentato è grande.
La scala è indicata, di solito, sul margine inferiore della carta.
La scala numerica può anche essere rappresentata graficamente con un segmento graduato.
Esistono tanti tipi di carte geografiche, diversi a seconda della scala e del contenuto.

In base alla loro scala le carte geografiche vengono classificate in:
• Mappe o piante: hanno una scala superiore a 1:10 000;
• Carte topografiche: hanno una scala fino a 1:100 000;
• Carte corografiche: hanno una scala fino a 1:15 000 000;
• Carte a piccolissima scala con valori di riduzione ancora maggiori;
• Planisferi: sono quelle che rappresentano tutto il mondo.
Le differenti scale consentono di “disegnare” in modo diverso le caratteristiche del territorio.

Le carte generali sono di tre tipi:
• Le carte fisiche, che mostrano la morfologia naturale del territorio;
• Le carte politiche, che illustrano gli aspetti politico-amministrativi;
• Le carte fisico-politiche che comprendono una parte di entrambi gli aspetti.
Poi ci sono anche le carte tematiche, che illustrano fenomeni naturali o antropici e mettono in evidenza particolari aspetti fisici o connessi alla presenza umana.
La carte tematica utilizza simbologie specifiche che raffigurano l’argomento da illustrate e che vengono riportate su una base cartografica molto semplificata.
Ogni carta tematica ha un titolo, che illustra l’argomento trattato, e una legenda che permette di comprendere la simbologia adottata.
La scala utilizzata per le carte tematiche varia in funzione dell’uso.
Per l’elaborazione delle carte tematiche sono essenziali la raccolta e l’aggiornamento dei dati, oltre che il monitoraggio dei dati, che consiste nella loro analisi e controllo.
Le carte tematiche rappresentano le relazioni di ordine fisico, biologico, storico, sociale o economico presenti sul territorio e consentono di prevedere le conseguenze di molti tipo di eventi sull’ambiente.

Inoltre le carte tematiche possono servire anche alla divulgazione, alla ricerca, alla progettazione o alla pianificazione.
Le carte tematiche vengono utilizzate anche da chi studia la distribuzione e i movimenti delle popolazioni.

Registrati via email