Ominide 4403 punti

Sviluppo delle comunicazioni e delocalizzazione

La globalizzazione si è affermata grazie ai progressi tecnologici avvenuti negli ultimi decenni nei trasporti e nelle comunicazioni: persone e merci possono spostarsi per il mondo a velocità inimmaginabili fino a cinquant'anni fa e a costi sempre più bassi; anche l’eccezionale progresso dei sistemi di telecomunicazione e, soprattutto, la diffusione planetaria delle reti digitali come Internet hanno favorito la nascita di un enorme “mercato” mondiale. Le principali caratteristiche della globalizzazione economica sono le seguenti: molte lavorazioni sono state spostate o delocalizzate dai Paesi più sviluppati a quelli dove il costo del lavoro è più basso e le norme sui diritti dei lavoratori e sulle condizioni di lavoro sono meno severe; la delocalizzazione ha favorito la crescita di nuove potenze industriali, come Brasile, Cina e India; i mercati di questi paesi “emergenti”, in cui vive circa il 40% della popolazione mondiale, sono destinati a dominare i consumi nel prossimo futuro grazie al miglioramento delle condizioni di vita di una parte considerevole della popolazione; nelle “vecchie” potenze industriali, la produzione si è spostata verso le attività tecnologicamente più avanzate e l’occupazione è cresciuta solo nel settore dei servizi soprattutto in campo informatico e aerospaziale tanto che è conosciuta come quaternario o tecnologico.

Registrati via email