Habilis 1834 punti

Stati Uniti

Gli Stati Uniti sono un grande stato dell'America del Nord; la superficie complessiva equivalente all'incirca all'Europa occidentale. Confina a Nord con il Canada, a sud con il Messico, ad ovest con l'Oceano Pacifico, ad est con l'Oceano Atlantico.
Gli Stati Uniti si compongono in tre grandi unità morfologiche:
- le Montagne Rocciose ad ovest;
- i Monti Appalachi ad est;
- Grandi pianure di origine alluvionale, cioè scavate nel tempo dai fiumi, nel territorio centrale.
Il clima è pittosto umido nelle coste occidentali e orientali, mentre diventa continentale nelle pianure interne, arido sugli altipiani delle Montagne Rocciose e subtropicale lungo il Golfo del Messico, dove spesso si abbattono violenti uragani (tornados).
L'idrografia ha come spina dorsale il grande fiume Missisipi, il quale riceve affluenti sia dalle Montagne Rocciose che dai Monti Appalachi e sfocia nel Golfo del Messico. Importanti sono anche i fiumi Columbia, Sacramento Colorado. I laghi sono numerosi: ricordiamo il complesso dei laghi superiore, il Michigan, e l'Ontario.
L'economia è sviluppata in tutti e tre i settori, nel primo settore che comprende l'agricoltura, l'allevamento e la pesca; nel secondo che si basa sulle industrie; nel terzo settore detto anche terziario non produce cose ma servizi (trasporti, commercio, sanità, scuole).
L'agricoltura (e allevamento) si basa su una rete di grandi aziende, molto meccanizzate. Con impiego delle macchine un lavoratore può coltivare fino a 100 ettari di terreno all'anno. Perciò gli addetti all'agricoltura sono una percentuale molto bassa (2%) rispetto alla popolazione attiva. Possiamo notare che la produzione è suddivisa in quattro grandi aree o zone, adatte per i climi alle diverse popolazioni:
- la zona del grano;
- la zona del latte caratterizzate dalle colture foraggere per l'allevamento delle mucche lattifere;
- la zona del mais, che serve soprattutto per allevare maiali e vitelli da carne;
- la zona del cotone.
Gli altipiani delle Montagne Rocciose, infine, accolgono vasti Ranches, in cui si pratica l'allevamento brado, cioè libero di bovini e ovini.

Risorse minerarie e industria
Gli Stati Uniti possiedono molto minerali. Nelle aree pianeggianti prevalgono minerali come il petrolio, il metano e il carbone, in quelle montuose il rame, il piombo, lo zinco, l'oro ecc.. Grazie a ciò si sono fortemente sviluppate le industrie siderurgiche (che lavorano il ferro), le industrie metallurgiche e le industrie petrolifere (che raffinano il petrolio e producono fibre sintetiche, gomma, detergenti, insetticidi e prodotti per l'agricoltura).

Insieme all'industria di base, anche le industrie manifatturiere sono molto sviluppate. Tra i vari settori sono distribuiti in modo particolare:
- l'industria automobilistica;
- l'industria aereonatica ed aerospaziale;
. l'industria elettronica;
. l'industria tessile.

Problemi economici e sociali

Gli Stati Uniti attraversa le società multinazionali, possiedono un gran numero di industrie operanti9 all'estero e controllano larga parte della produzione industriale monile, per cui influiscono sulle vicende politiche ed economiche di molti Paesi. Ciò, però pone il sistema industriale americano in una posizione di dipendenza dall'estero e nei momenti di crisi gli Stati Uniti sono indotti a difendere anche con le armi gli interessi d'imprese statunitense, consiste nel forte consumismo, dati gli altri redditi conseguiti dalla popolazione. Non tutti i cittadini però godono un elevato tenore di vita: vi sono anche larghe sacche di popolazione emarginata, disoccupata o sottoccupata.

Popolazione e città

Negli Stati Uniti la maggior parte della popolazione vive in città addensandosi in ristrette zone del paese e formano così delle vaste megalopoli con intorno catene di grandi, piccole e medie città. Le principali aree urbanizzate sono:
- la megalopoli atlantica, che si estende per circa 800 km ed ha come punti nodali Boston, New York, Filadenfia, Baltimora e Washington;
- la megalopoli dei grandi laghi, dove spiccano Chicago Detroit Cleveland, Buffalo e Pittsburg;
- le megalopoli californiana che ha come spina dorsale Los Angeles e San Francisco.

Le grandi città presentano la parte centrale caratterizzata da alti grattacieli, che accorgono soprattutto gli uffici delle grandi società industriali finanziarie, mentre le parti periferiche sono caratterizzate da quartieri residenziali con case basse e dotate di giardini. Nelle sterminate pianure centrali le grosse città sono poche e sorgono per lo più su corso del Mississipi, mentre prevalgono le piccole città con dimensioni variabili dai 15.000 ai 50.000 abitanti. Il paesaggio delle pianure è costituito dalle grandi fattorie.

Forma di governo

Gli Stati Uniti sono una conferenza di 50 repubbliche: sono cioè uno Stato federale. La nascita degli Stati Uniti si ebbe per l'intraprendenza delle prime 13 colonie che si resero indipendenti dall'Inghilterra nel 1776. La lingua parlata è l'Americano, la moneta in uso è il dollaro. Le religioni prevalnti sono la cattolica e la protestante ma ci sono anche varie minoranze tra cui ricordiamo la comunità ebraica.

Registrati via email