Il settore terziario è in continua espansione nei paesi sviluppati a causa della diminuzione dei lavoratori delle industrie. In base ai fruitori dei servizi, il terziario si divide in tre:
-servizi di intermediazione (collegano i produttori che vogliono vendere i loro beni in surplus ai consumatori: fanno parte di questi servizi la distribuzione commerciale, la telecomunicazione, i servizi finanziari e il trasporto);
-servizi dalle imprese (imprese che producono beni di consumo per altre imprese; ne fanno parte i servizi di consulenza aziendale, i servizi finanziari e assicurativi, l'assistenza informatica, il marketing e la pubblicità);
-servizi alla persona (le imprese si fanno carico dei beni utili a una singola persona o alla collettività; ne fanno parte i trasporti pubblici, il turismo, la ristorazione, lo sport, lo spettacolo, l'assistenza medica e l'istruzione).
Nei paesi in via sviluppo il terziario è molto arretrato poichè sono presenti solo il commercio al dettaglio, il servizio personale e il pubblico impiego mentre mancano i servizi finanziari, i trasporti e i servizi sociali. Questo dimostra la crisi del settore agricolo e industriale e per questo vi è un doppio circuito di servizi per le persone e le imprese:

-il primo circuito, formato da servizi di alta qualità a prezzi elevati, è usato dalla classe dirigente;
-il secondo circuito, formato da servizi scadenti a basso costo, è usato da tutti.

Registrati via email