Ominide 1069 punti

La Rift Valley (nome abbreviato di “Great Rift Valley” e italianizzato in “Grande fossa tettonica) rappresenta un vasto territorio di 6000 km che va dal Nord della Siria al centro del Mozambico.

Oltre alla sua lunghezza, esso vanta dai 30 ai 100 km di larghezza e parecchie migliaia di metri di profondità. Si è formata dallo scontro delle placche tettoniche dell’Africa e della Penisola Arabica (avvenuto 35 milioni di anni fa) in concomitanza con la separazione dell’Africa dell’Est dal resto dall’Africa.
Il suo nome fu dato da J. W. Gregory, esploratore, in quanto ritrovò il fossile dell’uomo più antico sulla terra mai trovato, Lucy.

Partendo dalla parte settentrionale, la Rift Valley forma la valle del Fiume Giordano, e di conseguenza del Lago Hula, del Mar di Galilea, del Mar Morto. A sud di quest’ultimo, la Rift Valley contiene in sé la Wadi Araba (una valle, nulla di complicato), il golfo di Aqaba e il Mar Rosso. Dal Mar Rosso la Rift Valley si divide in due parti: una che procede verso sud e una che procede verso est e questa diramazione è denominata “Triangolo di Afar” (o depressione della Dancalia), in Etiopia:

-La zona a est forma il golfo di Aden e la Rift Valley continua, da questo punto, come parte della dorsale oceanica.

-La zona a sud rappresenta la “Great Rift Valley” ed è situata tra due depressioni: quella di Afar e quella del lago Turkana (Kenya).

La ramificazione occidentale include parte delle montagne più alte in Africa presenti e i grandi laghi africani (in particolare, anche se il Lago Vittoria non è considerato parte della Rift Valley, esso è posto tra la parte occidentale e quella orientale).

La ramificazione orientale si sviluppa in Kenya e in Tanzania ed essa include la montagna più alta dell’Africa (il Kilimangiaro) ed altri rilievi importanti. Il laghi di questa ramificazione sono meno profondi di quelli di quella occidentale a causa della concentrazione di sali minerali e dalla consecutiva evaporazione dell’acqua.

Le due ramificazioni, insieme, formano il Lago Niassa, che rappresenta il terzo corpo d’acqua dolce più profondo del mondo (706 metri) e si trova nella valle dello Zambesi (Mozambico).

Registrati via email