Dal 1950 a oggi la popolazione che vive nelle città è aumentata del 18%, passando dal 30% al 48% in soli 60 anni: tutto questo è dovuto alle migliori condizioni di vita e alla presenza del lavoro.
Le aree in cui vi è stato il boom demografico riguardano l'America Latina, l'Africa e l'Asia, poiché lì vi sono città con molti abitanti (fino a 26 milioni) come Tokyo, San Paolo, New York, Città del Messico, Mumbai, Shanghai, Calcutta,
Il Cairo, Pechino, Los Angeles, Seoul, Jakarta, Buenos Aires, Tianjin, Osaka, Lagos, Rio de Janeiro, Delhi, Karachi e Manila. La presenza di molti abitanti ha reso la necessità di costruire le megalopoli (aree metropolitane con più di 20.000 abitanti) che nel mondo sono nove:
-quella californiana tra Los Angeles e San Francisco;
-quella italiana formata dalle città del triangolo industriale Torino-Milano-Genova;
-quella brasiliana tra Rio de Janeiro e San Paolo;

-quella inglese tra la città di Dover e le rive del Mersey;
-quella europea che comprende il bacino della Ruhr, Amsterdam e Calais;
-quella asiatica di Shangai;
-quella dei Grandi Laghi;
-quella giapponese da Tokyo a Kobe;
-quella americana nordorientale compresa tra Boston e Washington.
Ma dal 2016 in poi nasceranno altre megalopoli in Africa e Asia perché lì si concentra la maggior parte della popolazione.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email