L'ambiente fisico

La posizione e la forma
L'Oceania è il continente più piccolo della Terra, come dimostra il suo stesso nome, che viene dal mare; l'oceano, infatti, ci appare come la parte dominante. L'Oceania si estende fra l'oceano Indiano e il Pacifico.
A comporre l'Oceania sono la gigantesca Australia, altre due isole di grandi dimensioni (la Nuova Zelanda e Papua Nuova Guinea) e circa 10.000 isole, molte delle quali raggruppate in arcipelaghi.
Tre sono i principali arcipelaghi dell'Oceania: la Polinesia, la Micronesia e la Melanesia. Polinesia significa "molte isole", che sono collocate sull'Equatore. Micronesia significa "isole piccole", distribuite per lo più a nord dell'Equatore. La Melanesia è composta dalle isole equatoriali più occidentali: il suo nome significa "isole nere".

Geologia e Morfologia
Lungo la costa orientale, da nord a sud, si solleva una catena montuosa di origine più recente, la Gran Catena Divisoria, che, come rivela il suo nome, divide la fascia costiera dalle aride regioni interne. Il monte Kosciusko (m 2228) costituisce il punto più alto.
Di due origini diverse sono le isole. Quelle cosiddette "basse" si sono formate intorno ad atolli corallini, cioè a depositi di madrepore accumulatisi in milioni di anni fino a raggiungere la superficie del mare. Le palme sono una delle poche specie vegetali ad attecchire.
Le isole "alte", invece, sono di origine vulcanica e sono formate dalla parte emergente della dorsale oceanica del Pacifico che si è sollevata.

Le acque interne
Pochi sono i corsi d'acqua sulle isole, a causa delle loro modeste dimensioni; pochi sono anche i fiumi dell'Australia a causa della sua natura desertica. Il Murray, con il suo affluente Darling, forma il bacino fluviale più importante del paese. Le regioni interne, lontane dal mare, sono endoreiche. All'interno troviamo anche il maggior lago dell'Australia e dell'Oceania: l'Eyre.
La Nuova Zelanda, invece, è un paese ricco di fiumi e di laghi, anche se tutti di dimensioni ridotte, a causa della conformazione del paese.

Climi tropicali e temperati
Quasi ovunque prevalgono le temperature elevate, ma a differenziare le condizioni climatiche è l'umidità. Calda e secca è gran parte dell'Australia che si estende completamente in area tropicale. La temperatura supera i 45-50 °C, con fortissime escursioni termiche che fanno scendere il termometro sotto i 10 °C di notte.
Caldo e umido, invece, è il clima degli arcipelaghi.
Un clima temperato si registra solo in Nuova Zelanda e nell'Australia sud-orientale, per via della latitudine più elevata che permette il comparire delle quattro stagioni, invertite rispetto alle nostre perché ci troviamo nell'emisfero australe.
Flora e fauna sono caratterizzate dalla presenza di molte specie endemiche, cioè specie circoscritte a quell'area, a causa dell'isolamento territoriale dell'Oceania.

Glossario
Atollo corallino: Isola corallina elevata fino a 4 metri sul livello del mare e costituita da un anello all'interno del quale si estende una laguna aperta da varchi verso il mare.
Dorsale oceanica: Rilievi sottomarini di natura vulcanica, disposti longitudinalmente al centro degli oceani.

Registrati via email