Il mondo globale

La geografia è la disciplina che ci fa conoscere il mondo, la realtà che ci circonda, la zona in cui abitiamo, le persone che vi risiedono. Argomenti importanti a questo proposito sono: La crescita demografica, l’urbanesimo, i flussi migratori, le lingue, le culture, le religioni.

La crescita demografica

La prima esplosione demografica si produsse in seguito alla rivoluzione neolitica che segnò il passaggio dall’economia di caccia e di raccolta a quella di produzione del cibo con l’agricoltura e l’allevamento, questa rivoluzione non modificò il regime demografico primitivo, caratterizzato da un’alta fecondità, bilanciata da un’alta mortalità. Logicamente la popolazione mondiale è cresciuta nel corso del 900 in cui la popolazione è quadruplicata rispetto ai secoli precedenti. Questo fenomeno è dovuto al fatto che il tasso di mortalità cioè il numero di morti rispetto a quello dei viventi, cala più rapidamente del tasso di fecondità cioè numero medio di figli per donna.

In seguito all’accrescimento della popolazione la densità demografica, ossia il numero di abitanti per km 2 è aumentata su scala mondiale. La popolazione non è distribuita sulla superficie delle terre emerse, vi sono delle zone inospitali come i deserti e le regioni polari, e zone come le pianure fluviali e le coste che facilitano gli insediamenti umani e hanno quindi un’alta densità di popolazione.
Le tendenze demografiche sono collegate alle condizioni di vita che determinano anche il fenomeno dell’invecchiamento della popolazione, ciò è dovuto al fatto che nelle regioni più sviluppate, dove le condizioni di vita sono migliori è maggiore la speranza di vita alla nascita cioè la durata media della vita.

L’urbanesimo

La popolazione mondiale, continuando a crescere si concentra nelle aree urbane. Tale fenomeno è definito Urbanesimo e si è sviluppato nel ventesimo secolo. Nel 1900 su 100 abitanti nel mondo, solo 13 vivevano nelle aree urbane, oggi invece la popolazione urbana ha superato quella rurale, le regioni del mondo più urbanizzate sono quelle economicamente più sviluppate. L’Europa è una delle regioni del mondo con la più alta percentuale di popolazione urbana. I paesi europei con le maggiori percentuali di popolazione urbana sono il Belgio, l’Islanda, il Regno Unito e Malta. Le capitali europee più popolose sono: Mosca, Parigi, Londra, Madrid, Berlino, Roma, Atene, Lisbona, Kiev, Vienna, Bucuresti, Minsk, Bruxelles, Varsavia, Budapest, Sofia, Praga, Belgrado.

I flussi migratori

I flussi migratori internazionali sono dovuti agli squilibri socio-economici che esistono tra le regioni più sviluppate e a quelli tra paesi meno sviluppati. Il numero degli emigrati internazionali è raddoppiato negli ultimi 50 anni. Largamente diffuso è il lavoro nero in cui vengono impiegati gli immigrati clandestini. L’emigrazione clandestina è gestita da organizzazioni criminali che realizzano profitti economici con questi traffici illegali.

Le lingue


Le lingue usate nel mondo sono circa 6800. Tra tutte le lingue 225 sono lingue ufficiali cioè adottate dagli stati per la redazione dei documenti, per l’insegnamento nelle scuole e per l’uso quotidiano.

Le culture

L’UNESCO (organizzazione delle nazioni unite per l’educazione, la scienza, la cultura) seleziona i più importanti beni culturali e naturali del mondo considerati patrimonio mondiale. La funzione dell’UNESCO è quella di aiutare il governo a salvaguardare i beni del patrimonio mondiale. I beni del patrimonio mondiale i Europa sono: i siti archeologici, i complessi monumentali, i centri storici e i paesaggi culturali.

Le religioni

Si suddividono in:
• Cristiana, di cui fanno parte tre principali rami che sono il cattolicesimo, il protestantesimo e l’ortodossia.
• La religione mussulmana: si basa sula convinzione che Allah abbia rilevato a Maometto l’essenza della vera religione che sarebbe l’islam il cui testo principale è il corano. All’interno dell’islam si distinguono i sunniti e gli sciiti.

• La religione induista afferma l’esistenza di più dei, gli induisti credono alla reincarnazione dopo la morte per poter espiare i peccati e raggiungere la pace eterna.
• La religione buddista nasce in india e si tratta di una religione filosofico-religiosa predicata da budda (illuminato).
• L’ebraismo è la religione del popolo ebraico fondata sulla credenza di un unico dio il cui testo principale è l’antico testamento e il nuovo testamento.
La carta geo-economica
Le due grandi aree geo-economiche sono le regioni più sviluppate e le regioni meno sviluppate. Le regioni più sviluppate sono: i paesi sviluppati come stati uniti e Canada, Giappone Australia e Nuova Zelanda; i paesi con economia in transizione cioè quei paesi che sono passati da economie pianificate di tipo socialista a economie di mercato di tipo capitalistico. Fanno parte delle regioni meno sviluppate i paesi invia di sviluppo come quelli dell’America Latina e i Caraibi.
Le due grandi aree geo-economiche:
Le nazioni unite distinguono due grandi aree geo economiche:
1. Le regioni più sviluppate, di cui fanno parte gli stati uniti, il Canada, il Giappone, l’Australia e la nuova Zelanda;
2. Le regioni meno sviluppate, di cui fanno parte i paesi in via di sviluppo come quelli dell’Almerica latina e dell’Africa.
È importante considerare il metodo adottato dalla banca mondiale per cui viene calcolato il reddito nazionale lordo considerando il valore monetario in dollari dei beni e dei servizi prodotti in un anno all’interno di ogni paese e attraverso gli investimenti e il lavoro all’estero dei suoi cittadini. Tra i paesi con il reddito nazionale lordo sono al primo posto gli stati uniti, il Giappone, la Cina, la Germania, la Francia, il regno unito e l’Italia. Il reddito nazionali lordo pro-capite viene calcolato dividendo il reddito complessivo di ogni paese per il numero dei suoi abitanti.

Le multinazionali

L’economia mondiale è formata da economie nazionali collegate da rapporti commerciali e finanziari ed anche da una rete di società multinazionali che svolgono un ruolo importante nella configurazione del paesaggio economico mondiale.

Il mercato globale

La globalizzazione economica traccia una nuova geografia che si sovrappone a quella degli stati considerando il commercio tra un paese e l’altro e una regione del mondo e l’altra. Il commercio internazionale è composto per la maggior parte da manufatti che sono prodotti elettronici, macchine, tessili vestiario e altro. Le materie prime invece sono i combustibili come petroli e gas naturali, minerali e prodotti agricoli. Per effetto della deregolamentazione sono cadute molte barriere erette dagli stati nazionali per regolamentare la circolazione dei capitali e la conversione delle monete. Il mercato mobiliare è incentrato sula Borsa valori, il luogo dove si comprano e si vendono i valori mobiliari:
1. Le azioni, quote del capitale delle società per azioni;
2. I derivati, strumenti finanziari il cui valore è basato su quello di atri beni come ad esempio i futures che sono basati sui prezzi delle materie prime ì;
3. Le obbligazioni, titoli di credito emessi da società private o da enti pubblici per ottenere prestiti a medio e lungo termine che vengono rimborsati a determinate scadenze insieme agli interessi;
4. I titoli di stato, obbligazioni emesse dal tesoro per provvedere alla copertura del fabbisogno statale, rimborsabili con gli interessi a breve, medio o lungo termine a seconda se sono B.O.T.-B.T.P.- C.C.T.

La principale borsa valori del mondo è la Nyse Euronext nata nel 2007 dalla fusione tra la Wall Street e l’Euronext, un gruppo che gestisce le borse di Parigi, Amsterdam, Bruxelles e Lisbona. L’altro principale comparto del mercato finanziario è il mercato valutario in cui si comprano e si vendono monete in base al cambio prezzo al quale viene scambiata la moneta di un paese con quella di un altro paese. Per questo è detto anche mercato dei cambi.

Le telecomunicazioni

Negli anni Novanta è cresciuto il settore della telefonia mobile, l’altra tecnologia che si è evoluta velocemente è internet. Il sistema globale delle telecomunicazioni ha delle frontiere tracciate dall’economia. Il divario nelle tecnologie della comunicazione e informazione esistente tra regioni più sviluppate e meno sviluppate è ancora molto forte.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email