Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Libia

Appunto di Geografia sulla Libia, sulla sua cultura, sull'economia del Paese e sulla storia che lo ha caratterizzato.

E io lo dico a Skuola.net
LA LIBIA

LA LIBIA

• Nome: Stato della Libia;
• Capitale: Tripoli;
• Lingue: Arabo, con minoranze berbere o italiano, inglese (a livello economico);
• Religione: Islam sunnita (con minoranze ibadite e cristiane);
• Moneta: dinaro libico;
• Forma di governo: Governo provvisorio.

- La Libia, ufficialmente Stato della Libia, è uno Stato del Nordafrica, occupandone una posizione centrale. E’anche il quarto Paese dell’Africa per superficie.

• Confini: confina a Nord con il Mar Mediterraneo, a Est con Egitto e Sudan, a Sud con Niger e Ciad e a Ovest con Tunisia e Algeria.
• Territorio: E’ uno dei più grandi Stati africani, è quasi interamente coperta dal deserto (Sahara) e, con una fascia costiera spesso arida. Le uniche aree con un po’ di vegetazione sono le oasi.
La piovosità è molto scarsa e gli spazi coltivabili si riducono al 2 per cento della superficie totale. Le coltivazioni e gli insediamenti sono concentrati nelle piccole zone costiere che costituiscono delle vere e proprie oasi.
- Laghi principali: Sabkhat Tawargha, Sabkhat Ghuzayyil, Sabkhat al Qunayyin.
- Monti: Bette, alto 2286 m.
- Fiumi: La Libia è priva di veri e propri fiumi, ma si possono trovare comunque degli stagni che durante la stagione estiva si prosciugano completamente.
• Clima: (arido-mediterraneo). Sebbene sia vicino al Mediterraneo, l’aridità della Libia è spiccatissima. Per gran parte dell’anno il clima è sotto l’influsso dell’anticiclone sahariano. Altri tipici venti sahariani sono gli “etesii” ed il “ghibli”, il vento furioso del deserto. A Tripoli in gennaio si hanno medie di 14 ºC, in luglio di 30 ºC. All'interno le escursioni termiche sono più marcate: a gennaio si registrano medie di 13 ºC e a luglio di 32 ºC, con valori massimi anche di 50 ºC e minimi anche al di sotto dello zero.
• Economia: Il petrolio rappresenta la principale fonte di ricchezza del Paese. Fino agli anni Cinquanta la Libia aveva un'economia tradizionalmente fondata su un'agricoltura e un allevamento molto modesti. Con la scoperta del petrolio, nel 1955, la vita economica del Paese cominciò a subire profonde trasformazioni (tra cui il quasi completo abbandono delle attività agricole e un enorme sviluppo di quelle terziarie); nel 1970 venne fondata la NOC (National Oil Corporation). – Settore primario: agricoltura: cereali, grano, orzo, vite, olivo, agrumi e alberi da frutta. Nelle zone desertiche, invece sono presenti tabacco, arachidi, patate, ricino. Vengono inoltre allevati caprini e ovini.
-Settore secondario: industria, petrolio e gas naturale.
-Settore terziario: turismo, ultimamente meno sviluppato.
• Storia: inizialmente la Libia non esisteva; persino il nome divenne ufficiale il 1° Gennaio 1934. Al suo posto vi erano la Tripolitania e la Cirenaica. La Libia era una ex-colonia italiana, dal 1911 al 1943, diventò poi una colonia delle truppe franco-britanniche fino al 1951, anno in cui divenne indipendente. Fino al 1969 era una Repubblica governata da Gheddafi. Da quando però è morto, è diventata un governo provvisorio, in attesa di elezioni popolari.
Registrati via email
Skuola University Tour 2014