Storia e popolazione del Libano

Fino al 1946,per volontà dell’Onu il libano è insieme alla Siria sotto mandato fiduciario francese. Dal 1975 per 15 anni subisce gli effetti di una guerra civile dovuta a motivi sociali e religiosi;in particolare dal 1976 ha subito l’ingerenza della Siria. La popolazione libanese è suddivisa in 1) cristiani maroniti che riconosco l’autorità del Vaticano,si chiamano così perché si ispirano a San Marone 2) drusi di religione non propriamente islamica 3) musulmani, sanniti e sciiti cke costituiscono la maggioranza 53%, ci sono poi altre comunità minori, cristiane e musulmane.
Nel 1978 ha subito un occupazione israeliana che dal 1982 è arrivata fino a Beirut; un episodio particolarmente grave si ebbe quando 3000 palestinesi furono massacrati da miliziani maroniti nei campi profughi si Sabra e Chiatila. Le proteste a livello mondiale obbligarono gli israeliani a ritirarsi dal libano cosa che è accaduta poi in maniera definitiva nel 2000. Nel 2004 c’è stato di nuovo l’intervento dell’Onu che ha stabilito il ritiro di tutte le truppe straniere dal libano: in questa occasione vengono ritirati 14.000 soldati siriani. Un episodio particolarmente grave si è poi avuto nel febbraio del 2005 con l’attentato che è costato la vita all’ex premier Rafiq Alhariri e in quella occasione la folla di nuovo ha chiesto la partenza delle truppe siriane,che evidentemente non erano state rimpatriate del tutto. Dagli anni 80 in poi è politicamente importante in libano il gruppo degli integralisti islamici, rappresentato dal partito di Hezbollah.

Registrati via email