basso di basso
Genius 13824 punti

L’aquila

L’aquila è importante e maestosa, capace di raggiungere altezze elevate in brevissimo tempo per poi lanciarsi in picchiata a velocità altissime (fino 300 km/h), capace di muoversi nel cielo senza battere le ali e di vedere cose minuscole da grandissima distanza.

Caratteristiche fisiche

L'Aquila reale (Aquila chrysaetos) è un uccello appartenente alla famiglia degli Accipitridi. E' rapace di grandi dimensioni, con la testa nettamente sporgente, coda ampia e lunga. Il colore è, nell'adulto, uniforme, marrone scuro con riflessi rosso-dorato sul dorso e sul capo (da qui l'appellativo di reale e di chrysaetos che in greco significa dorata), mentre negli individui giovani o immaturi sono di norma ben visibili in volo le macchie bianche sulle ali e sulla coda. Durante il volteggio le ali sono rivolte verso l'alto a formare una "V" molto aperta. Si distingue in volo dagli altri rapaci soprattutto per le notevoli dimensioni che nella femmina possono arrivare fino a 2 metri di apertura alare e la particolarità delle sue ali sfrangiate all'estremità la rendono assolutamente inconfondibile all'avvistamento. L'Aquila reale raggiunge una lunghezza di 74 - 87 cm., mentre la sola coda può arrivare ai 26 - 33 cm. Il peso si aggira intorno ai 6 - 7 chilogrammi, dei quali solo il 7% è rappresentato dal peso dello scheletro. Particolarità per quanto riguarda le dimensioni il fatto che la femmina (come spesso accade nei rapaci) sia più grande del maschio (all'incirca del 20%). La sua vista è acutissima: 6 volte quella dell'uomo, con un raggio visivo di 300 gradi. Il becco è forte e ricurvo, le zampe possenti, ricoperte di piume, con artigli lunghi ed affilati soprattutto per quanto riguarda il quarto dito, opposto agli altri, con l'unghia del quale trafigge la preda. La specie è alquanto longeva. In libertà raggiunge i 15-20 anni di vita; in cattività vi sono delle segnalazioni di individui che hanno raggiunto anche i 50 anni.

Registrati via email