Italia - Calabria

La Calabria è una penisola lunga e stretta. È bagnata dal Mar Ionio a sud e a est, dal Mar Tirreno a ovest.
Il terreno è prevalentemente montuoso e collinare. A nord si eleva il massiccio del Pollino, al centro La Sila, un altopiano che raggiunge i 1400 metri di altitudine, a sud il massiccio dell’Aspromonte.Le uniche zone pianeggianti della Regione sono le strette fasce costiere. I versanti delle montagne sono percorsi dalle fiumare, torrenti a corso breve che, quando piove, hanno piene improvvise e talvolta rovinose.
Le coste tirreniche sono per la maggior parte alte e inaccessibili, quelle ioniche basse e sabbiose.
Il clima è mediterraneo lungo la costa, più freddo all’interno.

Una terra da valorizzare
Le difficoltà di comunicazione e l’asprezza del terreno hanno notevolmente rallentano lo sviluppo economico della regione.

Molti Calabresi, per cercare lavoro, sono emigrati nelle città dell’Italia settentrionale e all’estero.

L’agricoltura, praticata nelle zone collinari e pianeggianti, produce olivi, ortaggi, grano e agrumi, tra cui il bergamotto,utilizzato nella preparazione dei profumi.
L’allevamento dei bovini è in via di sviluppo, mentre in declino è la tradizionale pastorizia.
Importante è la produzione di legname.
A Crotone sono sorte industrie chimiche e metallurgiche. Altri impianti industriali minori sono legati alla produzione agricola locale.
Molto sviluppate sono le centrali idroelettriche della Sila.
Il turismo, in via di espansione, interessa le zone di montagna e la costa e ,come tutte le attività economiche, ha bisogno di maggiori e più efficienti vie di comunicazione.

Registrati via email