Ominide 13147 punti

Il suolo è oggi un argomento di grande interesse e attualità: sempre più spesso si parla di desertificazione, cementificazione, degradazione, di scarsa produttività. La Carta Europea del suolo, presentata nel 1972 dal Consiglio d'Europa, lo definisce "uno dei beni più preziosi dell'Umanità". Originato dalla disgregazione fisica e chimica delle rocce e dalla composizione biologica di sostanze vegetali e animali, il terreno è un alimento naturale che presenta caratteristiche diverse in rapporto al clima, al substrato roccioso, al tipo di vegetazione e di animali che vi agiscono e ad altri fattori. Elementi comuni a tutti i tipi di terreno sono la presenza di sostanza minerale inorganica derivata dalla roccia madre, di composti organici, frutto della decomposizione operata da microrganismi vegetali ed animali, di organismi, per cui si dice che il suolo è vivo, di pori, formati dalla stratificazione del materiale organico e inorganico.

I terreni ricchi di sostanza organica, humus, sono quelli dove vengono esaltate proprietà quali la ritenzione delle acque, la solubilizzazione dei sali utili alle piante, la fissazione dell'azoto atmosferico; inoltre essi sono sede di trasformazioni, disgregazioni e rigenerazioni. Il suolo è dunque un complesso delicato organismo vivente il cui equilibrio non deve essere alterato. Fin dall' antichità l'uomo ha sfruttato la terra in modo a volte eccessivo (disboscamenti, agricoltura e pastorizia) impoverendola fino a renderla totalmente improduttiva. Nell'ultimo secolo si sono poi aggiunte le moderne tecnologie, che con l'uso di fertilizzanti chimici e pesticidi hanno contribuito ancora di più all'impoverimento e di conseguenza alla sua erosione. L'industria si sta oggi fortemente impegnando, nel settore "ricerca" con forti investimenti, tesi alla riconversione di tecnologie produttive, in altri settori, con cicli compatibili alla salvaguardia ambientale, ed è anche fortemente impegnata nello studio di soluzioni innovative come, per esempio, quelle tendenti alla riduzione del consumo di materie prime a favore delle materie prime secondarie, derivate dal riciclaggio di rifiuti.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email