Ominide 55 punti

Globalizzazione

La globalizzazione ha origine nel colonialismo del XVI secolo, quando l'Europa era connessa ai mercati asiatici e, grazie alla triangolazione economica, agli altri continenti.

Esempio di triangolazione economica:

[Africa] ---uomini---> [Americhe] ---materie prime---> [Europa] ---mat.prime--> [Asia]

L'attuale globalizzazione è il frutto di una moderna forma di colonialismo (economico e culturale) che vede i paesi del Nord del mondo assoggettare quelli del Sud.

Paesi del Nord del mondo: paesi sviluppati
Paesi del Sud del mondo: paesi sottosviluppati, paesi poveri.

Sebbene sia un fenomeno complesso e di difficile terminologia, possiamo provare a semplificare dicendo che la Globalizzazione è la progressiva integrazione delle aree del mondo in un unico sistema globale mediante lo sviluppo di Reti (vie di comunicazione) interconnesse da Nodi (città globali) su cui si muovono i flussi (merci,persone,denaro,idee)

Globalizzazione economica e multinazionali
Il continuo evolversi della globalizzazione, in ambito economico, ha portato all'origine di un unico Mercato Globale

Se pensiamo al Mercato Globale , il primo termine che ci viene in mente è "Multinazionale"
La multinazionale, che nasce nei paesi del Nord del mondo, quindi dove vi è la ricchezza, ramifica le sue innumerevoli filiali nel Sud del mondo. Vi chiederete, perché? perché nel Sud del mondo, ovvero quelle zone sottosviluppate dove regna la povertà, trovano manodopera a basso costo provocando il massimo sfruttamento dei lavoratori.
Ormai le multinazionali hanno la possibilità di travalicare il potere e le leggi di ogni singolo stato in quanto possono decidere di operare la dove trovano leggi e condizioni a loro confacenti.
Ecco che parliamo di Iperliberismo economico.

Iperliberismo economico: lo stato non ha più nessun controllo sull'economia

Registrati via email