Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Germania - Aspetto fisico ed economia

Approfondimento dettagliato sulla Germania, aspetto fisico, economia, città principale e indice cronologico dei principali avvenimenti storici del Paese.

E io lo dico a Skuola.net
Germania

La Germania ha un’estensione di 357030 km2 ed è situata al centro dell’Europa. Confina a sud con la Svizzera, a occidente con la Francia, il Belgio, il Lussemburgo e i Paesi Bassi, a oriente con la Polonia, la Repubblica Ceca e l’Austria e a nord con la Danimarca. A settentrione è bagnata dal Mar Baltico e dal Mare del Nord, separati dalla penisola dello Jutland.
La forma governativa è una repubblica federale; la moneta in vigore è l’euro, il PIL ammonta a 25350$. La maggior parte della popolazione vive in città (87%), mentre gli addetti all’agricoltura sono solo il 3%; la Germania infatti è uno tra i Paesi più modernizzati al mondo e fa parte del G8.
Territorio
• La Germania settentrionale è una grande pianura, la Pianura Germanica, che inizia dai Paesi Bassi e prosegue fino alla Polonia. La fascia più a nord è occupata da lande e praterie, mentre la fascia meridionale vicina alle montagne è più fertile. Nella parte est di quest’immensa pianura si trova Berlino, la capitale dal 1990. La zona che si affaccia sul Mar Baltico ha terreni fertili con vaste praterie per l’allevamento e campi coltivati. La città principale è Lubecca. La fascia sul Mare del Nord, invece, ha suoli poco fertili ed è quasi disabitata a causa delle numerose paludi e torbiere che la ricoprono. Le città principali sono Brema e Amburgo, sugli estuari del Weser e dell’Elba. In questa zona si trova il Canale del Mittelland, un canale artificiale costruito del 1937 che inizia dal Reno e arriva fino all’Oder. Qui si trova Wolfsburg, un’importante città industriale nonché sede della Volkswagen. Vicino ai rilievi montuosi della Selva Turingia, dei Monti Hartz e dei Monti Metalliferi, si estend la Sassonia, una zona ricca e popolata con vasti giacimenti di carbone e potassio. Le città principali sono Dresda e Lipsia, luogo di un famoso combattimento avvenuto durante la guerra d’Indipendenza.
• Al centro si trova il cuore montuoso del Paese, con cime antiche e basse che raramente superano gli 800m: vi sono il Massiccio Renano, formato da quattro catene sul Reno, il Massiccio del Weser. La Ruhr-Renania è il centro economico e finanziario della Germania ed è attraversata dal fiume omonimo, affluente del Reno. Grazie ai vasti giacimenti e bacini carboniferi, qui prese avvio l’industria tedesca. Oltre ad essere il primo polo industriale è anche la zona con la più alta densità demografica ed ha circa 10 milioni di abitanti; le città principali sono Duisburg a ovest, Essen al centro e Dortmund a est. Nella piccola Pianura Renana, che s’insinua tra le montagne ed è attraversata dal Reno, si trovano città importanti come Dusseldorf, grande centro industriale, Colonia, famosa per le industrie chimiche, e Bonn. Il Massiccio Renano è composto da quattro catene separate dal Reno e dai suoi affluenti: a ovest l’Eifel e l’Hunsruck divisi dalla Mosella, a est il Westrewald e il Taunus. In questa zona principalmente agricola è molto importante il turismo, la città principale è Coblenza.
• Anche al sud l’ambiente prevalente è quello montuoso, infatti vi si trovano il Giura svevo-francone, una catena disposta in diagonale formata da basse colline, la Selva nera, all’estremo occidente, e la Sveva Boema all’estremo oriente. Il Giura svevo-francone divide il territorio in due parti: a nord c’è il Bacino svevo-francone, a sud l’altopiani Bavarese, dove si trova Monaco. Al confine con la Francia c’è una pianura lunga e stretta, la Fossa Renana. La Svevia occupa il Bacino svevo-francone ed è delimitata dal Meno a nord, dal Reno a ovest, dal Giura svevo-francone a sud; è attraversata dal Necker, affluente del Reno. Le città più importanti sono Francoforte sul Meno, il principale asse stradale, e Stoccarda, nodo ferroviario e centro commerciale. La Baviera, invece, occupa la fascia più a sud ed è coperta in prevalenza da boschi, pascoli e altipiani sui 500m. Il fiume principale è il Danubio, mentre la città più conosciuta è Monaco, dove si svolge l’Oktoberfest.
La Fossa Renana è una pianura di circa 30km tra Magonza a Basilea ed è un corridio naturale tra i Vosgi e la Selva Nera. Attraversata dal Reno, è la prima direttrice nord-sud e vi si trovano aree fortemente industrializzate come Mannheim.

Idrografia
I fiumi principali sono tre e scorrono paralleli da sud a nord. A ovest c’è il Reno (865km), al centro il Weser e a est l’Elba. Essi sono collegati dal Canale del Mittelland. A sud scorrono in sensi opposti il Meno e il Danubio, che tagliano il territorio il senso latitudinale.

Clima
La Germania ha un clima oceanico-continentale che, tutto sommato, è favorevole all’agricoltura, specialmente alla viticoltura. Le precipitazioni sono abbondanti e distribuite ugualmente nel corso dell’anno.

Popolazione e suddivisione amministrativa
La Germania ha oltre 82 milioni di abitanti con una densità di 230ab/km2 ed è il Paese più popolato dell’Unione Europea. La lingua ufficiale è il tedesco, ma sono molto parlate anche l’italiano e il turco a causa dell’eccezionale immigrazione (ci sono più di 7 milioni di stranieri). La religione più praticata è il protestantesimo, seguito dal cattolicesimo e da una minoranza musulmana.
La Germania è divisa in 16 stati detti Lander: tra i 13 lander regionali, che sono quelli più estesi, si distinguono la Baviera e il Baden Wurttemberg a sud, la Bassa Sassonia a nord; i 3 stati urbani, invece, sono Berlino, Brema e Amburgo.

Economia
Dopo la riunificazione delle due Germanie (Repubblica Federale e Repubblica Democratica), l’economia ha dovuto provvedere a molti problemi, tra cui l’arretratezza dell’est in confronto all’ovest, tuttavia è attualmente la terza più potente al mondo dopo Stati Uniti e Giappone.
• L’agricoltura si avvale di tecniche moderne ed è meccanizzata. I prodotti principali sono orzo, avena, segale, frumento, patate e luppolo. Importanti sono anche la viticoltura, l’allevamento di bovini e suini a nord e la pesca oceanica.
• L’industria è il motore dell’economia tedesca ed è molto diversificata. Le industrie principali sono petrolifere, nucleari (anche se è stata gradualmente abbandonata a causa dei rischi che comporta), metallurgiche, chimiche, meccaniche ed elettroniche.
• Il terziario è il settore più sviluppato ed è legato principalmente alle attività finanziarie, bancarie e assicurative, di cui Francoforte sul Meno è la capitale. Anche il commercio è molto importante e può avvalersi di una fitta rete di comunicazioni fluviale, autostradale, ferroviaria e aerea.

Città principali
• Berlino: la sua storia comincia nel 1701, quando fu scelta come capitale della Prussia. Nel 1871 divenne capitale del Secondo Reich di Bismarck. Dopo la Seconda Guerra Mondiale fu divisa da un muro, costruito nel 1961, che ne distingueva una parte est e una ovest. Berlino Est fu scelta come capitale della Repubblica Democratica Tedesca, mentre Berlino Ovest venne considerata parte della Repubblica Federale Tedesca (con capitale Bonn). Oggi la città è ricca di industrie, specialmente nel settore dell’alta tecnologia ed è anche un importante centro culturale.
• Amburgo: oltre ad essere il primo porto del Paese, è principalmente una città culturale, con alcuni tra i più importanti musei del mondo come la Kunsthalle, seconda solo a Colonia, importante per le sue Università.
• Monaco: è una delle città economicamente più attive, nota soprattutto per le sue industrie della birra e meccaniche.

Storia in breve
* 0-100 I Romani estendono il loro Impero in Germania ma vengono fermati sul Reno e sul Danubio dai “Germani”
* 300-600 Invasioni germaniche dell’Impero Romano
* 500-800 Carlo Magno conquista la Germania e nasce il Sacro Romano Impero
* 843 Spartizione dell’impero carolingio, Ludovico I re del Regno di Germania
* 600-1000 Cristianizzazione della Germania, feudalesimo, crescita del potere della Chiesa
* 1517 Nascita del movimento protestante di Martin Lutero
* 1519 Carlo V Asburgo è Imperatore
* 1550 La Germania è divisa tra protestanti e cattolici
* 1618-1648 Guerra dei Trent’anni, frammentazione della Germania
* 1650 Assolutismo
* 1800 Lotte contro Napoleone, nascita dell’industria
* 1814 Congresso di Vienna
* 1871 Unificazione tedesca, Otto von Bismarck, nascita del II Reich
* 1914 Prima Guerra Mondiale
* 1918 Nascita della Repubblica di Weimar
* 1930 Hitler, III Reich
* 1945 Seconda Guerra Mondiale
* 1949 Divisione tedesca in Repubblica Federale (NATO) e Repubblica Democratica (Patto di Varsavia)
* 1961 Muro di Berlino
* 1993 Riunificazione
Contenuti correlati
Accedi con Facebook
Registrati via email