VIP 2446 punti

L’ECONOMIA DEI PAESI TRAINANTI

Nell’Europa centro-settentrionale, che in genere offre ai suoi cittadini un alto tenore di vita, vi sono alcuni Stati dall’economia ‘’forte’’. Questi Paesi sono molto integrati dal punto di vista produttivo e commerciale; gli intensi scambi sono agevolati dall’abbondanza di infrastrutture. Il quadro è quanto mai vario: la Germania, pur non molto ricca di risorse naturali, è la quarta economia al mondo in termini di PIL e il secondo esportatore dopo la Cina.
Nella Penisola Scandinava, dov’è più forte la presenza pubblica, lo Stato norvegese beneficia a tal punto della disponibilità di petrolio da offrire uno stipendio alle madri che rinunciano a lavorare per accudire i figli.
La Finlandia è un eccellente esempio di riconversione di un sistema basato su settori tradizionali, in particolare la lavorazione del legno e la pesca, in un’economia ad elevato contenuto tecnologico. Diverso è il caso dell’Islanda: la piccola isola, situata all’estremo nord-ovest del continente, specializzata nel settore creditizio, è rimasta travolta dalla crisi finanziaria mondiale che ha avuto inizio nel 2007.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email