Bimba88 di Bimba88
Ominide 60 punti

La distribuzione della popolazione

La distribuzione della popolazione sul pianeta non è omogenea né uniforme, essa dipende da fattori di tipo naturale (clima, risorse, ecc...) e di tipo umano (cultura, sviluppo, ecc...).
Distinguiamo:
- ecumene = insieme delle terre abitate;
- subecumene = terre inospitale in cui vivono ristretti gruppi di persone;
- anecumene = terre disabitate del pianeta.

A causa dell'evoluzione storica e del clima la maggior parte della popolazione mondiale vive nell'emisfero boreale.
Le aree tradizionalmente forti sono: Europa temperata (Italia, Spagna, Francia...), Asia Orientale e Meridionale.
Una tipica contrapposizione (fascia costiera/aree interne e montagna/pianura).
In genere le fasce costiere e la pianura sono le più popolate delle aree interne e delle montagne.

Nel nostro secolo particolare rilevanza ha assunto lo spopolamento delle campagne.
Definiamo il processo di urbanizzazione la crescita continua della popolazione nelle città e nelle megalopoli, e la diminuzione della popolazione rurale.
Negli ultimi anni si assiste al processo di contro-urbanizzazione: spopolamento delle grandi metropoli a favore di centri di piccola-media dimensione.

Registrati via email