lucamay di lucamay
Ominide 250 punti

Sciiti

Col termnine Sciiti si indicano gli appartenenti allo Sciismo, la principale branca minoritaria dell'Islam.I musulmani sciiti devono il loro nome all'espressione "shī‘at ‘Alī" (fazione di ‘Alī). Si sono divisi dai Sunniti in seguito all'assassinio perpetrato dalle forze califfali omayyadi ai danni di al-Husayn b. ‘Alī, figlio di ‘Alī b. Abī Tālib, avvenuto nel 680 a Karbalā’, in Iraq, diventata per questo la seconda città santa sciita dopo Najaf in cui fu sepolto suo padre, primo Imām sciita e quarto califfo dell'Islam.Gli Sciiti si differenziano dai Sunniti sulla questione della guida (imamato) della comunità islamica (umma), dal momento che considerano unica legittimata a regnare la Famiglia del profeta Maometto (Ahl al-Bayt), mentre per i Sunniti qualsiasi fedele di media capacità religiosa, non necessariamente discendente del Profeta, è legittimato a guidare un governo islamico.Col tempo gli Sciiti si sono differenziati dai Sunniti anche su alcuni istituti giuridici (ammettono, ad esempio, la legittimità del matrimonio a tempo prefissato (mut‘a) e considerano che dal Corano raccolto all'epoca del califfo ‘Uthmān b. ‘Affān siano stati espunti alcuni passaggi e una sura intera che indicavano la successione di ‘Alī a Maometto), ma il fatto che non si siano differenziati dai Sunniti negli aspetti dogmatici non consente che si parli per essi di eresia, ma solo di una variante dell'Islam. Lo Sciismo, minoritario in termini assoluti (10% massimo dei fedeli musulmani di tutto il mondo), è maggioritario in Iraq, in Libano e in alcune aree del Golfo Persico e del tutto prevalente in Iran, dove lo sciismo fu forzatamente imposto dalla dinastia dei Safavidi (1501-1722).

Curdi

Curdi sono un gruppo etnico medio orientale che abita la parte settentrionale e nord-orientale della Mesopotamia, che comprende parti degli attuali stati di Iran, Iraq, Siria e Turchia (la regione e' a volte indicata col termine Kurdistan). Piccole comunità curde sono presenti anche in Libano, Armenia ed Azerbaijan.Si stima che i Curdi siano fra 25 e 30 milioni e che quindi costituiscano uno dei più grandi gruppi etnici privi di uno stato nazionale proprio. Per oltre un secolo molti Curdi hanno cercato di ottenere la creazione di un "Kurdistan" indipendente o perlomeno autonomo, con mezzi sia politici che militari. Tuttavia i governi degli stati che ospitano un numero significativo di Curdi si sono sempre opposti attivamente all'idea di uno stato curdo, ritenendo che la nascita di un tale stato li costringerebbe a cedere parte dei propri territori. I Curdi parlano numerosi dialetti (generalmente mutuamente comprensibili) della lingua curda, che fa parte del ramo Iranico dei linguaggi Indo-Europei.

Registrati via email