Ominide 8039 punti

Le città e le regioni del Regno Unito

Nell'Inghilterra settentrionale, ricca di pascoli e allevamento, di trovano due grandi città: Liverpool e Manchester, dove si è sviluppato soprattutto il settore tessile.
Manchester in particolare fu il centro della filatura e della tessitura del cotone importato dalle colonie, oltre che della lana, del lino, della canapa e poi nelle fibre artificiali.
Oggi, si è sviluppata anche l'industria chimica, meccanica e della gomma. Anche a Liverpool si sviluppò un poderoso comparto tessile, grazie soprattutto alla presenza di uno dei più vasti e ben attrezzati scali portuali d'Europa.
A nord della Cornovaglia si estende il Galles, una regione che ha saputo conservare nel corso dei secoli la propria identità culturale. Questa terra, ricca di giacimenti di carbone, conobbe un intenso sviluppo industriale nel corso dell'Ottocento. Oggi in Galles si sono sviluppate importanti attività terziarie, soprattutto intorno a Cardiff, capoluogo e città principale della regione.

Lo sviluppo economico della Scozia, situata a nord dell'Inghilterra, è stato in parte condizionato dalla conformazione del territorio, poco adatto all'agricoltura e privo di risorse minerarie ed energetiche. Solo da alcuni decenni, infatti, sono stati individuati giacimenti di petrolio e gas naturale nel Mare del Nord. Nel 1999 alla Scozia è stata concessa una certa autonomia politica e amministrativa.
Edimburgo è la città principale della Scozia, sorta sulle coste orientali del Firth of Forth, un fiordo sul Mare del Nord. E' considerata una delle più belle città della Gran Bretagna e una delle più prestigiose in campo artistico e culturale; infatti, è sede di due storiche università, musei ed un importante festival internazionale di musica e teatro.
Glasgow, sorta anch'essa su un fiordo, alla foce del fiume Clyde, è la città più popolosa della regione. Possiede un grande porto ed è un centro industriale e commerciale che si sviluppò in seguito all'unione della Scozia con l'Inghilterra, avvenuta nel 1707.
Belfast, il cui nome gaelico Beal Feirste significa "guado sabbioso", è il capoluogo della regione. E' un attivo centro industriale ed è dotata di università; una città moderna segnata però dal dramma di un conflitto, che sembra tuttavia sul punto di terminare.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email