La Valle d'Aosta è la più piccola regione d'Italia (sia per popolazione che per superficie) ed ha 120 castelli che la rendono la regione più fortificata d'Italia e d'Europa. Tutti questi castelli furono costruiti durante il Feudalesimo perché i signorotti locali volevano un mezzo di difesa e un mezzo di potere.
I primi ad avere un castello in Valle d'Aosta furono i Savoia nel 1032 con la loro fortificazione chiamata "Casa Savoia" dalla quale dipendeva la regione. Inizialmente i Savoia non si interessavano degli affari della regione poiché delegavano i signorotti locali a questo ingrato compito, ma dal 1191 decisero che chi voleva costruire un castello doveva avere l'autorizzazione (una licenza edilizia) dal governo centrale. Da ora in poi i castelli non sono considerati solo come opere di difesa ma come vere e proprie abitazioni e per questo vengono abbelliti con materiali costosi, accessori orientali (pietre preziose, tappeti indiani, ecc...) e ampliati con alte cinta murarie e torri di vedetta. I castelli più famosi sono:

-St. Pierre;
-Sarre;
-Barons De Nus;
-Gressoney;
-Fénis;
-Ussél;
-Verres;
-Sarriod de la Tour;
-Aymavilles;
-Issogne.
La maggior parte dei castelli fu abitata dai Walser (popolazioni franco-provenzali che parlavano il tipico dialetto tedesco medievale) e successivamente dai Franchi, poi dai signorotti locali.

Registrati via email