Ominide 1660 punti

Brasilia,una città per governare

Fino agli anni Cinquanta Rio de Janeiro è stata la capitale del Brasile;poi venne costruita Brasilia,proclamata capitale il 21 Aprile 1960. La città sorge a più di 900 km dalla costa. A 1000 m di altitudine,in una zona disabitata e ancora priva di comunicazione.
L’ubicazione fu scelta con l’intento di attirare la popolazione che affollava le grandi città costiere e di inserire nella vita del paese le regioni dell’interno.
Per il progetto della città fu bandito nel 1956 un concorso nazionale vinto da Lucio Costa, architetto e urbanista brasiliano,autore di molti edifici di Rio de Janeiro.
Brasilia sorge sulle rive di un lago artificiale e ha la forma di un arco con la freccia. Lungo l’asse est-ovest sono collocati i monumenti e le sedi istituzionali: il palazzo del Congresso,il palazzo del Governo,la cattedrale.

Gran parte degli edifici pubblici fu progettata da Oscar Niemeyer,un architetto di fama internazionale che ha lavorato anche in Europa.
Sull’asse trasversale nord-sud, lungo oltre 12 km, si sviluppano le zone residenziali. Ognuna di esse è costituita da un blocco autosufficiente,che include tutti i servizi necessari alla popolazione e ospita fino a 12 000 abitanti.
L’intento dei progettisti era quelli di evitare la formazione di aree residenziali differenziate secondo le diverse classi sociali.La sua estraneità rispetto al territorio circostante,ne ha condizionato lo sviluppo: progettata per ospitare 8 milione di abitanti, ne conta poco più di 2 milioni. Inoltre,la destinazione burocratico-amministrativa ha fatto si che costruzioni e monumenti abbiano un carattere alquanto enfatico,che non riflette il patrimonio culturale del paese.


Las Vegas, una città per giocare

Las Vegas si trova nello stato del Nevada su un altopiano a poche miglia dalla Valle della Morte, uno dei luoghi più aridi del mondo.
Fu fondata dai mormoni nel 1855 e fu un villaggio sconosciuto fino al 1931,quando una legge dello stato legalizzò il gioco d’azzardo.
A Las Vegas la mafia di New York investì enormi somme di denaro aprendo negli anni Quaranta numerosi e imponenti hotel-casinò. Qui sorgono i centri della vita notturna e i dieci alberghi più grandi del mondo, dotati di sale da gioco aperte ventiquattro ore.
Ogni anno Las Vegas è visitata da decine di migliaia di persone che spendono più di 40 milioni di dollari.
La città del gioco dà lavoro a migliaia di persone:gli addetti al casinò sono circa 5000.

Un’attività fiorente è anche l’industria del matrimonio: a Las Vegas infatti ci si può sposare in centinaia di modi diversi in cappelle diverse. Altrettanto facilmente si può divorziare, poiché le leggi dello stato del Nevada sono particolarmente permissive in questa materia.
Rispetto al passato, la città è cambiata perché ha cercato di attirare non solo i giocatori ma anche i turisti.
Perciò sono stati costruiti parchi di divertimento e alberghi accessibili alle famiglie. Las Vegas è diventata la fun city, la città del divertimento.

Registrati via email