Ominide 8039 punti

Risorse ed economia-Austria

L'economia dell'Austria, che ha conosciuto un intenso sviluppo soprattutto dopo l'ingresso nell'UE , si basa soprattutto sull'industria e il terziario. L'agricoltura, nonostante la poca superficie coltivabile, ha ancora un ruolo importante: sono diffuse le colture cerealicole (frumento, orzo, mais) e frutticole e, nella valle del Danubio, i vigneti. Vi sono poi coltivazioni di patate e barbabietola da zucchero. I pascoli alpini alimentano un fiorente allevamento di bovini e di suini. Una fonte di ricchezza importante sono le foreste, che coprono quasi l 47% del territorio.
L'Austria possiede discrete risorse minerarie (lignite, ferro, piombo, zinco e magnesite) e un'ampia disponibilità di acqua che consente di produrre energia idroelettrica in gran quantità. Nell'area di Linz ci sono vari impianti siderurgici ed è fiorente l'industria dell'alluminio. L'industria meccanica è localizzata nelle aree di Vienna, Linz e Graz. Nelle vallate alpine si trovano impianti per la lavorazione del legno. L'Austria è nota anche per la produzione di birra, cristalli, ceramiche e strumenti musicali.

Grande importanza hanno le comunicazioni e i commerci, visto che l'Austria è un importante punto di passaggio tra l'Europa centrale, quella meridionale e quella orientale. Vienna è ancora il vertice delle linee ferroviarie e stradali, inoltre possiede vie navigabili, tra cui il Danubio. Il turismo è fiorente: i visitatori si dirigono soprattutto verso le città ( Vienna, Salisburgo), i centri termali ( come Baden) e i centri alpini ( come Innsbruck).

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email