Genius 13430 punti

ASIA OCCIDENTALE E CENTRALE

Posizione Geografica
Questa zona dell’Asia è composta dagli stati al confine con l’Africa e l’Europa cioè il Vicino Oriente, che comprende gli stati affacciati sul Mediterraneo, il Medio Oriente, che comprende gli Stati della penisola a-rabica e del golfo Persico, e l’Asia centrale, che comprende quegli Stati interni in passa facenti parte dell’Unione Sovietica.
Dal punto di vista fisico, questa regione asiatica è invece formata da una parte continentale e da due grandi penisole: la Penisola anatolica, che forma un ponte naturale tra l’Asia ed Europa ed è circondata dal Mediterraneo Orientale e dal Mar Nero; la penisola arabica, che è separata dall’Africa dal Mar Rosso, mentre sul lato sudorientale è bagnata dalle acque dell’Oceano Indiano che formano il Mare Arabico e si incuneano da golfo di Oman nel golfo Persico.

CARATTERISTICHE FISICHE

Procedendo da ovest verso est incontriamo i monti del Ponto e quelli del Tauro, il massiccio vulcanico dell’Ararat i monti Zagros, i monti Elburz e i Kopetdag, fino all’Hindukush, al Pamir e al Tian Shan. Tra le numerose catene di questo sistema montuoso si estendono l’altopiano anatolico e l’altopiano dell’Iran.
Tra la penisola arabica e le montagne centrali si allunga la Mesopotamia, una pianura attraversata del Tigri e dall’Eufrate, si allarga il bassopiano turanico, al cui centro si estende l’Aral, che negli ultimi anni si è ridotto per lo sfruttamento agricolo delle sue acque e di8 quelle dei due fiumi endoreici Amudarja e Syrdarja.
Il bassopiano turanico digrada verso il Mar Caspio. Sulle alture del Kazakistan si trova un altro grande lago, il Balhaš.

CLIMA

I climi dell’Asia occidentale sono caratterizzati quasi dovunque dall’aridità, tanto che vaste regioni sono occupate da deserti e steppe.
Nella penisola arabica predomina un clima subtropicale arido, mentre alle zone continentali e interne prevale un clima continentale con inverni freddi. Sulle coste del Mediterraneo il clima è mite e più piovoso.
La penisola arabica è quasi interamente occupata dai deserti di Nafud e Rub’ al Khali.

POPOLI E CULTURA

La regione è abitata da una grande varietà di popoli. Gli Arabi, presenti nell’omonima penisola e nel Vicino Oriente; gli Iranici, distribuiti nell’attuale Iran, nel Kurdistan, in Afghanistan e nel Tagikistan; infine, la variegata famiglia linguistica dei turchi, presenti in tutta l’Asia centrale e in Turchia. Minoranze etnico - linguistiche sono quelle degli Ebrei di Israele, dei Greci di Cipro e le numerose altre presenti all’interno dei paesi dell’Asia centrale.

ECONOMIA

Le principali regioni coltivate corrispondo alle pianure costiere del Mediterraneo e del Mar Caspio e alle maggiori valli fluviali, dove si pratica l’agricoltura irrigua. Tuttavia nelle zone più aride dall’Arabia e dell’Iran sono disseminate numerose oasi agricole.
Le colture principali sono i cereali, gli ortaggi, gli alberi da frutto, le piante tipiche dell’agricoltura mediterranea e di quella subtropicale, come l’olivo, gli agrumi, i datteri, il cotone, le banane, il tè.
La pastorizia è molto diffusa soprattutto nelle regioni steppose della Turchia, dell’Iran, dell’Afghanistan e dell’Asia centrale. Si allevano soprattutto caprini e ovini, tra i quali le resistenti e pregiate pecore karakul, dal caratteristico vello nero.
Il Medio Oriente è il principale forziere di idrocarburi del mondo; qui infatti si trova il 65% delle risorse mondiali di petrolio e il 55% di quelle di gas naturale. L’Arabia Saudita è la prima produttrice mondiale di petrolio, con 2 miliardi e mezzo di barili all’anno.
Il petrolio proviene dai giacimenti dell’Asia occidentale e centrale viene trasportato tramite oleodotti sulle coste del Mediterraneo, del golfo Persico e del Mar Rosso, dove viene imbarcato su petroliere oppure lavorato nelle numerose raffinerie situate lungo la costa occidentale del golfo Persico, dall’Iraq agli Emirati Arabi Uniti.
Dalle ricchezze del petrolio è derivato lo sviluppo di industrie moderne e di moderne infrastrutture. Un ruolo importante svolgono le industrie tradizionali, alimentari e tessili, in particolare quelle dei tappeti in Turchia, Iran e Kazakistan. Il turismo è una significativa fonte di reddito soprattutto per la Turchia, la Giordania, la Siria e lo Yemen.

Registrati via email