VIP 2446 punti

AGRICOLTURA IN AMERICA

L’America settentrionale è una delle principali regioni agricole del mondo, nonostante venga coltivato solo un decimo della superficie totale, prevalentemente in modo estensivo.
Nel complesso l’agricoltura e la zootecnia di Canada e Stati Uniti si avvalgono di macchinari modernissimi e impiegano poca manodopera: ciò permette di raggiungere il primato mondiale della produttività, assicura l’autosufficienza alimentare e consente forti esportazioni.
Inoltre, negli ultimi dieci anni, una vasta parte dei terreni agricoli è stata convertita a colture che impiegano sementi geneticamente modificate, che permettono di aumentare moltissimo la produttività. Si tratta soprattutto di colture di cereali (mais e soia). In Messico la situazione è invece più arretrata. Nell’America centrale, dove l’agricoltura costituisce l’attività economica prevalente, ma la superficie coltivabile è poca, si adottano sistemi di coltura intensiva rivolta soprattutto ad alcuni prodotti di piantagione: caffè(Costa Rica, Haiti), banane (Guatemala), zucchero (Cuba).

Anche nell'America meridionale l’agricoltura di piantagione è stata per secoli,dopo la conquista coloniale, una delle principali attività economiche : il Brasile è ai primi posti per diverse produzioni agricole (dal mais alla soia, dallo zucchero al cacao e, soprattutto, al caffè ) e, insieme all'Argentina, per l’allevamento di buoni. A sua volta, il Perù è tra i maggiori produttori del mondo per quanto riguarda la pesca.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email