Africa morfologia del territorio

L'Africa è lunga 8000 Km e con i suoi 30.286.120 km² è il terzo continente del mondo, un territorio esteso quasi tre volte più dell'Europa.
Ha una forma compatta e il suo sviluppo costiero non è elevato rispetto all'estensione. Il rilievo presenta estesissimi tavolati dai bordi rialzati e rari territori montuosi di limitate dimensioni, con cime superiori ai 4000 m. L'altitudine media, proprio per l'estensione dei tavolati, è intorno ai 700 m e quindi doppia rispetto a quella dell'Europa. La più vasta e importante area di terre alte è la parte centro-orientale. Qui, per effetto di sconvolgimenti geologici avvenuti circa 50.000.000 di anni fa e che hanno determinato una spaccatura di origine tettonica, detta Rift Valley, si trovano le più alte cime africane (il Kilimangiaro, il Ruwenzori e il Kenya) e profonde fenditure della crosta terrestre ricoperte da grandi laghi. A nord-ovest invece si innalzano la catena dell'Atlante e i rilievi del Sahara (Ahaggar e Tibesti). Più bassi i rilievi che scendono sulla costa (a parte quelli occidentali del Camerun e i Monti dei Draghi a sud-est). Le pianure si limitano a strette e ridotte fasce costiere o al bacino dei fiumi che attraversano il continente. Il punto dell'Africa che si trova più a nord è Capo Bianco nei pressi della città portuale tunisina di Biserta. Il punto più a est si trova a Capo Hafun in Somalia. Il punto più a sud è Capo Agulhas nella Repubblica sudafricana. Il punto più a ovest è Capo verde.

Registrati via email