Bannato 1166 punti

Serbia - Il territorio

I confini
La Serbia, situata nel cuore della Regione Balcanica, confina a nord con l'Ungheria, a nord-est con la Romania, a est con la Bilgaria, a sud con la Macedonia e l'Albania, a ovest con il Montenegro, la Bosnia-Erzegovina e a nord-ovest con la Croazia. La provincia autonoma del Kosovo occupa la parte più meridionale del territorio.

La morfologia del territorio
La Serbia presenta tre differenti tipi di paesaggio: la parte settentrionale, in particolare la regione della Vojvodina, è pianeggiante; la parte centrale è invece collinare e montuosa; la parte meridionale è montuosa: a sud-ovest ci sono le Alpi Dinariche e a sud-est si trovano le propaggini occidentali dei Monti Balcani.
Insieme con la Macedonia, la Serbia è uno dei due Stati della Regione Balcanica senza sbocco sul mare, dopo che il referendum del 21 maggio 2006 ha sancito l'indipendenza del Montenegro, fino ad allora confederato.

L'idrografia
Il vasto bassopiano settentrionale è attraversato dal Danubio, il secondo fiume europeo, in cui confluiscono da nord il Tibisco, che ne è il maggiore affluente di sinistra, da ovest la Sava (a Belgrado) e da sud la Morava: sono corsi d'acqua importanti, dalla portata abbondante e regolare.

Il clima, la flora e la fauna
Il clima è continentale con inverni freddi, abbondanti precipitazioni anche nevose ed estati calde e umide.
Le zone pianeggianti si presentano generalmente coltivate, mentre i rilievi sono spesso ricoperti da boschi di querce, olmi, castagni e, alle altezze più elevate, di pini e abeti. Ricchissima anche la fauna locale, patrimonio di grande valore, da salvaguardare con particolare cura, anche a causa dei danni prodotti dalla guerra in anni recenti.

Registrati via email