La scala Richter

La scala Richter è quella scala utilizzata dai sismologi per esprimere la quantità di energia liberata da un terremoto. Questa scala a differenza della Scala Mercalli, stabilisce la intensità di un terremoto in base all'energia liberata da esso. Questa scala classifica i sismi in base alla loro magnitutdo.

Ecco di seguito riportata la scala Richter:

Magnitudo minore di 3.5 - L'intensità del terremoto è impercettibile, e solitamente questo tipo di sisma non viene percepito dall'uomo, ma viene registrato solo dagli strumenti scientifici (sismografo).

Magnitudo compresa tra 3.5 - 5.4- L'intensità del sisma è moderata , ed è raramente percepito dalle persone, e di solito non provoca danni alle costruzioni.

Magnitudo sotto 6.0- E' considerato un sisma forte , ma che non causa gravi danni alle srutture.

Magnitudo compresa tra 6.1 e 6.9- L'intensità della scossa è distruttiva , e che può causare gravi danni alle abitazioni.

Magnitudo compresa tra 7.0 e 7.9- Il sisma è altamente distruttivo, ed è un sisma che può causare seri danni, e sono quelli tra i più distruttivi avvenuti nella storia.

Magnitudo maggiore di 8- L'intensità del terremoto è catastrofica. Queste magnitudo vengono raggiunte raramente, e l'ultima registrata con questa intensità fu raggiunta dal sisma del 1960 che si verificò in Cile.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email