Maty25 di Maty25
Ominide 268 punti
Questo appunto contiene un allegato
Regione indiana scaricato 14 volte

LA REGIONE INDIANA

CONFINI
L'India e uno Stato dell'Asia meridionale.
A sud è bagnato dall'Oceano Indiano, a ovest dall'Mar Arabico e a est dal Golfo del Bengala per un totale di circa 7517 Km di linea costiera.
A nord- ovest confina con l'Iran, Afghanistan, a nord-est con la Cina e est con la Birmania.


TERRITORIO

L'India è affacciata a sud verso l'Oceano Indiano e a nord è divisa dal resto del continente dalle catene montuose dell'Himalaya.
Ha una vasta estensione, circa 4,5 milioni di KMq ed è per questo che viene definita il sub-continente indiano.
La regione indiana comprende 7 stati: Pakistan, India, Nepal, Bhutan, Bangladesh, Maldive e Sri Lanka con ambienti e climi molto diversi.
A nord il cosiddetto "tetto del mondo", dove si trovano i monti più alti della Terra, l'Himalaya con il monte Everest (8848m) che protegge il territorio dai venti freddi del nord.

Ai piedi dei monti si estende il bassopiano (la pianura indo-gangetica) dove scorrono i fiumi più importanti (Indo e Gange). A sud si trova l'altopiano di rocce antiche dalla forma triangolare e dai bordi rialzati, Deccan dove il paesaggio passa dalla savana alla steppa.
Nelle zone montuose il clima è freddo con nevi perenni al di sopra dei 4500 m. nelle zone più basse si sviluppano foreste di conifere e latifoglie.
Nel resto della regione il clima è caldo con zone aride verso l'India e il Pakistan cove troviamo il deserto di Thar.
Nei mesi estivi, l'arrivo dei monsoni, porta piogge abbondanti con vegetazione spontanea.

POPOLAZIONE
In India ci sono circa 1 miliardo e 200 milioni di abitanti. Ma fino alla metà del Novecento la crescita è stata limitata da carestie ed epidemie, tuttavia negli ultimi cinquant'anni l'introduzione di nuove tecniche, mezzi meccanici e chimici nel settore agricolo, favorì il miglioramento dell'alimentazione e delle condizioni sanitarie (vaccinamento) che a loro volta hanno ridotto il tasso di mortalità. Nello stesso tempo il tasso di natalità rimase elevato, poiché la maggior parte della popolazione vive ancora nelle campagne e i figli rappresentano un aiuto in più per la famiglia, ma purtroppo i governi indiani limitano le nascite. La maggior parte della popolazione è rurale nei villaggi agricoli (30% urbana), attorno alle grandi città sorgono immense baraccopoli abitate dai più poveri delle campagne.

ECONOMIA

La regione indiana, pur essendo nel sud del mondo, è l'undicesima potenza industriale. Negli ultimi decenni si sono sviluppati molti settori con tecnologia avanzata e molte imprese multinazionali. Però il benessere economico interessa solo la minoranza della popolazione (urbana) perché la fame, la malnutrizione, l'analfabetismo (1\3 degli abitanti), la mortalità infantile e la reddito medio pro capite sono molto presenti, sopratutto nelle campagne.
Questo sviluppo economico è dovuto dalle grandi risorse del sottosuolo ( come il carbone, il petrolio, il ferro, i fosfati e l'uranio), dalla manodopera a basso costo e dalla presenza delle vie di trasporto. I settori più sviluppati sono quello siderurgico, metallurgico, meccanico, chimico, petrolifero, tessile (lavorazione della iuta, fibra tessile ricavate da piante locali per fabbricare corde, e cotone), informatica, telecomunicazioni, aerospaziale e tecnologie nucleari. E' anche un paese agricolo con colture di riso, grano, patate e legumi, possiedono anche un alto numero di bovini utilizzati nei lavori agricolo per la produzione di latte.

CITTA'
La metropoli principale è Mumbai con 19 milioni di abitanti, si trova nella costa nordoccidentale, è un grande porto e un polo industriale, dove ha sede il centro più importante dell'industria cinematografica. Per oltre 1 secolo, Kolkata (15 milioni di abitanti) è stata la capitale dell'India, oggi è un centro industriale e portuale, polo universitario . Delhi (16 milioni di abitanti) è al centro della pianura indo-gangetica e un tempo fu la capitale dell'impero Moghul; adesso la capitale indiana è New Delhi che ospita importanti istituzioni politiche.

UNIONE INDIANA
L'unione Indiana è il paese più grande della regione con 28 stati e 7 territori che praticano l'Induismo. Le loro lingue ufficiali sono l'Hindi e l'Inglese e la moneta ufficiale è la Rupia indiana.
Il territorio è diviso in quattro parti:
• L'India settentrionale è prevalentemente montuosa e la catena principale è l'Himalaya, zona dove prevalgono gli islamici e buddisti;
• L'India centrosettentrionale, sorge la pianura gangetica, il deserto di Thar, le più fertili e popolose aree, le grandi metropoli come Delhi e Kolkata e i centri religiosi e artistici più rilevanti;
• L'India centrale si divide in 2 zone: la parte occidentale è più industrializzata di quella a oriente che è agricola e poco popolata;
• L'India meridionale, in questa zona sorge il Deccan, l'altopiano che si trova nel sud dell'India, prevale l'agricoltura e la produzione di legname grazie alle ricche foreste, presenza di politecnologici e di reti urbane (Chennai).


PAKISTAN
Il Pakistan è situato nel Nordovest della regione indiana e si suddivide in 3 regioni:A est c'è la pianura alluvionale dell'Indo; a sud-ovest, al confine tra Iran e Afghanistan, c'è l'Altopiano del Belucistan; a nord nell'area montuosa sorgono il Karakoram, l'Hindukush e l'Himalaya.

Ospita più di 180 milioni di abitanti e sono quasi tutti musulmani (97%), il tasso della nascite è alto, ma purtroppo anche la mortalità infantile, inoltre il 50 % della popolazione è analfabeta.
La capitale della regione è Islamabad (800 000 abitanti), costruita nel 1959 in una zona montuosa a settentrione della regione. La città più popolosa è Karachi con 10 milioni di abitanti, è un principale porto e centro economico situato nei pressi dell'Indo. Infine la zona più fertile e più abitata è Punjab, in cui si trova un altro centro , Lahore con 5 milioni di abitanti.
L'economia del Pakistan è molto arretrata, è quasi tutta basata sulla forza-lavoro e impiegata sull'agricoltura, le colture più importanti sono simili a quelle dell'India: riso, frumento, cotone e canna da zucchero e c'è anche l'allevamento di bovini e ovini. Il sottosuolo offre poche risorse, gas naturale, e l'energia è prodotta da impianti idroelettrici; l'industria più sviluppata è quella tessile ed è spesso concentrata nelle grandi città.
La regione pakistana ha subìto una serie di colpi di stato militari nella sua storia che non hanno favorito lo sviluppo della democrazia. Per di più, i regimi dittatoriali hanno sottratto soldi nazionali per destinarli al settore militare e alla costruzione di armi nucleari. Ciò nonostante, negli ultimi anni i rapporti con l'Unione Indiana sono migliorati ma invece il fondamentalismo islamico si è rafforzato.

STORIA

• 1600, la Compagnia inglese delle Indie orientali cominciò a interessarsi dei traffici commerciali nell'oceano indiano;
• 1800, gli inglesi si impossessarono del territorio indiano trasformandolo in una loro colonia, ma purtroppo fu amministrata secondo i benefici britannici (furono modificati i sistemi agricoli e il territorio, fu soffocato l'artigianato locale). Da parte dell'Europa ci fu una forte richiesta di prodotti agricoli, quindi gli agricoltori furono costretti a coltivare cotone, tè, indaco (sostanza ottenuta dalle foglie di alcune piante tropicali, è usata sopratutto per intingere tessuti) e altre merci d'esportazione. Furono costruiti nuovi porti e nuove ferrovie;
• 1900, nacquero nuovi movimenti indipendentisti e anticoloniali, il maggior esponente fu Gandhi, da sempre ispirato dal principio della non violenza, esso guidò la lotta contro gli inglesi di disobbedienza civile, il boicottaggio dei loro prodotti, il rifiuto di cariche politiche e collaborazioni da parte degli inglesi;
• 1947, gli inglesi dovettero lasciare la regione, ma dopo l'indipendenza la regione fu divisa in Pakistan e Unione Indiana.
• 1971, il Bangladesh divenne indipendente.

GANDHI
Mohandas Karamchand Gandhi nacque nel 1869, è chiamato anche Mahatma che vuol dire "grande anima" e nel corso della sua storia fu un'importante guida spirituale per il suo paese, ma è stato anche uno dei pionieri che fece resistenza all'oppressione inglese attraverso la disobbedienza civile di massa, inseguito portò l'India all'indipendenza. Con le sue azioni Gandhi ha ispirato Martin Luther King e Nelson Mandela.
In India Gandhi è stato riconosciuto come Padre della nazione e il giorno della sua nascita è un giorno festivo ed è stata anche dichiarata «Giornata internazionale della nonviolenza» dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
All'età di 19 anni frequentò l'università a Londra divenendo avvocato. Tra il 1893 e il 1914, prima di tornare in India, si trasferì per oltre 20 anni nel Sud africa per difendere i diritti civili degli Indiani che erano là emigrati, poi ritornò in India divenendo famoso nel mondo attraverso la sua linea di condotta di disobbedienza civile. Fu molte volte imprigionato dalle autorità britanniche che governavano l'India, ma Gandhi usò il digiuno come forma di protesta e arma politica, non usava vestiti che rappresentavano ricchezza e successo (anche se li poteva permettere) perché la sua idea era di vestirsi come i poveri ed essere accettato anche da loro.
Gandhi non ricevette mai il Premio Nobel per la Pace, sebbene fu stato nominato ben 5 volte. Finalmente dopo anni di lotta non-violenta Gandhi riuscì a portare la sua patria alla libertà nel 1947. Purtroppo nel 30 gennaio del 1948 morì assassinato a Nuova Delhi.

MALALA
Malala Yousafzai, nata nel 1997, è una studentessa e attivista pakistana. È nota per la sua energia nella lotta per i diritti civili e per il diritto allo studio delle donne della città di Mingora, nella valle dello Swat, dove un decreto dei talebani ne ha bandito il diritto.
All'età di tredici anni è diventata famosa per il blog, da lei curato per la BBC, nel quale documentava il regime dei talebani pakistani, contrari ai diritti delle donne, e la loro occupazione militare del distretto dello Swat.
Il 9 ottobre 2012 è stata gravemente ferita alla testa e al collo da uomini armati saliti a bordo del pullman scolastico su cui lei tornava a casa da scuola. Fu ricoverata nell'ospedale militare di Peshawar, è sopravvissuta all'attentato dopo la rimozione chirurgica dei proiettili. I talebani pakistani hanno minacciato che Malala sarebbe stata vittima di altri attentati poiché la considerano simbolo degli infedeli e dell'oscenità”;. Inseguito La ragazza è stata trasferita in un ospedale di Londra.
Il 1º febbraio 2013 Malala fu promossa ufficialmente candidata al Premio Nobel per la Pace 2013. È la più giovane candidata al Premio Nobel per la pace.
Il 10 ottobre 2013 è stata nominata del Premio Sakharov per la libertà di pensiero. L'annuncio è stato dato dal presidente del Parlamento Europeo che lo ha motivato dicendo che è una ragazza eroica. Il premio le è stato consegnato il 20 novembre 2013.

CUCINA
Come la cultura Indiana, il cibo in India è stato influenzato dalle varie civiltà. Le religioni condizionano il tipo di cucina e gli ingredienti usati: non si usa la carne di maiale vietata ai musulmani né quella di bovino vietata agli indù. Sia buddisti che indù sono vegetariani. E' una cucina prevalentemente speziata, non necessariamente piccante. Il consumo di legumi e verdure (Curry) accompagnato da riso e pane è altissimo, mentre le carni consumate sono tipicamente il pollo ed gli ovini, lungo le coste il pesce è molto diffuso. Tra le bevande indiane il the è il più comune e viene preparato bollendo il the con latte e zucchero, mentre i vini sono sostituiti dalla birra. E' molto comune in India masticare dopo pranzo dei semi di cumino e cardamomo che favoriscono la digestione e rinfrescano l'alito.

Registrati via email