Tradizioni e folklore grechi


La Grecia è una nazione fortemente legata alle origini e per questo tramanda alcune tradizioni che i turisti scoprono piacevolmente ogni volta che hanno la possibilità di visitare il luogo.
Una tra queste è il percorso con gli asinelli; in varie città della nazione è possibile effettuare esperienze di questo tipo che conferiscono un'aura magica all'intero viaggio. Questi percorsi sono frequenti soprattutto quando ci si deve recare sulle acropoli o su altre alture, al fine di evitare gli scalini.
Gli asinelli, che una volta venivano usati per trasportare carichi pesanti, sono animali di forte struttura che soffrono molto poco la fatica e consentono di recarsi anche in luoghi apparentemente irraggiungibili.
Un altro importante componente del folklore greco è l'Occhio di Allah, molto famoso in tutto il Medio Oriente. L'occhio greco portafortuna, secondo la tradizione, servirebbe a respingere il malocchio o “matiasma”, poiché il blu è un colore in grado di allontanare la sfortuna, assorbire gli sguardi negativi e scacciare il male. L’ amuleto è fatto di vetro e riproduce un occhio azzurro incastonato su uno sfondo blu.
Quest’occhio è presente anche nella tradizione musulmana (ed è comprensibile data la vicinanza della Grecia al mondo arabo) e ha la funzione di protezione dalle avversità.
E' un talismano contro l'invidia, la negatività e la malvagità, indossato o appeso è utilizzato anche per proteggere persone o luoghi dalle maledizioni. Deve essere esposto verso est in modo da amplificare i suoi poteri protettivi.

Registrati via email