Erectus 1122 punti

Gli ambienti tropicali umidi

La foresta equatoriale si estende a cavallo dell’Equatore fra 5 gradi di latitudine nord e altrettanti di latitudine sud, ricopre circa 30 milioni di km2, distribuiti fra l’America centro-meridionale, l’Africa centrale, parte dell’Asia sud-orientale e la Nuova Guinea.
L’esistenza della foresta equatoriale dipende dalla presenza di una temperatura sempre elevata, dalla piovosità distribuita uniformemente nel corso dell’anno e abbondante, dall’identica durata del dì e della notte.
La vegetazione è fittissima e le piante tipiche di questo ambiente sono le palme, il mogano, l’eba-
no, il palissandro ecc…La fauna è costituita da grossi insetti, molti uccelli numerose specie di scimmie e pochi rettili, mancano quasi del tutto i grandi mammiferi, sia erbivori sia carnivori.
La foresta monsonica si trova nei paesi dell’Asia che si affacciano sull’Oceano Indiano dove soffiano i venti periodici detti monsoni. Per il diverso riscaldamento tra terraferma e mare, durante l’estate i venti spirano dall’oceano verso il continente, portando forti precipitazioni. D’inverno invertono la loro direzione e soffiano, privi di umidità, dal continente verso il mare. Perciò il clima è caratterizzato dall’alternarsi di una stagione piovosa e di una secca e da una temperatura quasi costante. Le piogge abbondanti del periodo estivo hanno creato la giungla, ambiente simile alla foresta equatoriale.

La savana si trova fra i 5 e i 15 gradi di latitudine a nord e a sud dell’Equatore, le precipitazioni si concentrano in un periodo dell’anno: la stagione delle piogge e dura a lungo (sette-otto mesi) nelle regioni vicino all’Equatore, ma si riduce a due o tre mesi in prossimità dei tropici. Man mano che le piogge diminuiscono, il manto vegetale si trasforma. La foresta equatoriale si dirada progressivamente e le aree erbose diventano sempre più estese: è la savana che è verdeggiante durante la stagione delle piogge e assume un colore giallo-bruno nel periodo asciutto. Dove le piogge sono più scarse, la vegetazione è costituita solo da cespugli, pochi alberi spinosi e ciuffi d’erba.
La savana è il regno dei mammiferi erbivori di grossa e media taglia (elefanti,rinoceronti,giraffe,zebre bufali ecc…). Di conseguenza numerosi sono i mammiferi predatori come leoni,ghepardi,leopardi, ci sono anche molti rettili e uccelli.
La fascia più estesa di savana si trova in Africa, sia a nord sia a sud della foresta equatoriale ma ci sono zone di savana anche in America meridionale e nell’Australia settentrionale.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email