• Università
  • Pro e contro tra chimica e chimica industriale

strice
strice - Habilis - 280 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao!
Qualcuno potrebbe dirmi pro e contro delle facoltà di chimica e chimica industriale? Quale ti da più sbocchi lavorativi? Le differenze quali sono?
Grazie!
Mirko C.
Mirko C. - Genius - 2266 Punti
Rispondi Cita Salva
La laurea in chimica è caratterizzata da un percorso di studi mirato ad approfondire in particolare le competenze nel campo della chimica pura, fornendo le conoscenze chiave delle diverse branche: inorganica, organica, chimica fisica, analitica, biochimica, basi di calcolo.

La laurea in chimica industriale è maggiormente orientata verso un contesto applicativo, quindi a fronte di meno nozioni di chimica pura prevede esami di impianti e tecnologie industriali.

Per quanto riguarda le triennali le competenze mantengono comunque un carattere abbastanza generale, dando poi la possibilità di specializzarsi in maniera più specifica durante la magistrale, anche a fronte di esami a scelta che permettono di orientare il percorso verso i propri interessi, ad esempio verso la sintesi di polimeri o i metodi fisici di analisi chimica organica.

Entrambe le lauree (parlo delle triennali) danno la possibilità di accedere agli Esami di Stato per l'esercizio della professione di Chimico Junior (Chimico "B" ), pertanto gli sbocchi lavorativi sono praticamente sovrapponibili.
strice
strice - Habilis - 280 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie mille!
Se per caso io inizio scegliendo chimica, e poi vedo che preferirei concentrarmi sulla chimica industriale posso cambiare e fare la magistrale di chimica industriale senza problemi o devo fare esami aggiuntivi?
Mirko C.
Mirko C. - Genius - 2266 Punti
Rispondi Cita Salva
No, non ci sono, di norma, problemi nel fare la triennale in chimica e la magistrale in chimica industriale.

Anzi, ti do una mia personale opinione:
la triennale in chimica industriale somiglia per certi versi al percorso di studi dei vecchi ITIS indirizzo chimico industriale (prima della riforma), mentre la magistrale in chimica industriale approfondisce molti aspetti (compresa la gestione del rischio, dei reflui, approfondimenti su catalisi, processi, sintesi) che la rendono una laurea molto più viva e applicativa rispetto a quella in chimica pura. Se il tuo sogno è lavorare nel campo industriale credo sia la scelta giusta, altrimenti se sei più orientato verso la ricerca e la chimica teorica... beh, allora scegli chimica.

Se invece il tuo sogno è quello di progettare impianti chimici o gestire complesse strutture industriali... ci sarebbe ingegneria chimica che, ci tengo a sottolineare, non è una laurea in chimica (di chimica se ne fa veramente poca, il resto è quasi tutto impianti, costruzioni, analisi matematica, materiali...) e di conseguenza non permette di esercitare la professione di chimico.
strice
strice - Habilis - 280 Punti
Rispondi Cita Salva
Perfetto, grazie per le informazioni!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Marcello G.

Marcello G. Blogger 2190 Punti

VIP
Registrati via email