movimento studentesco-votailprof
movimento studentesco-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Al Preside
Ai docenti e ricercatori
Agli studenti
Oggi 20 ottobre 2008, indignati dal silenzio delle istituzioni, noi studenti della Facoltà di Scienze Politiche ci siamo riuniti spontaneamente in assemblea occupando l’Aula Magna per manifestare il nostro dissenso alla Legge 133 (in particolare artt. 16 e 66), che colpisce a morte l’università tramite i pesanti tagli ai fondi destinati agli atenei, il turn-over bloccato al 20% (ogni 5 licenziamenti o pensionamenti, è prevista soltanto un’assunzione), la possibilità di trasformare le università in “fondazioni di diritto privato”.
Siamo inoltre molto preoccupati per la reintroduzione del maestro unico alle scuole elementari (le quali avevano ormai raggiunto un primato qualitativo a livello europeo) e per la separazione delle classi tra stranieri e italiani, che somiglia molto alle leggi razziali del Ventennio.

Contestiamo in primo luogo, la possibilità di convertire gli atenei in fondazioni di diritto privato, come previsto dall’art. 16 della Legge 133 del 6 agosto 2008, poiché è evidente che tali nuovi istituti potranno facilmente adottare criteri aziendalistici e di mercato.
Crediamo siano gravemente compromessi la ricerca, i piani di studio, la libertà di insegnamento in genere.

L’attuale limite del 20% di finanziamento dell’università tramite i contributi diretti degli studenti sarà cancellato.
Questo significa che le tasse potrebbero aumentare senza alcun limite prefissato, determinando la impossibilità per molti di potere accedere ad un corso di laurea e intaccando in modo irreversibile il diritto allo studio sancito a chiare lettere dalla Costituzione agli artt. 3, 9 e 33.

Il blocco del turn-over e il taglio dei finanziamenti (1441,5 milioni di euro in meno entro il 2013) causeranno inevitabilmente un peggioramento della qualità dell’insegnamento (aule sovraffollate, un rapporto numerico studenti-professori sempre più abnorme, precarietà delle strutture).

Nostro obiettivo primario è quello di bloccare la cosiddetta riforma Gelmini in via di approvazione al Senato e per questo
Chiediamo:
- al Preside della Facoltà di Scienze Politiche e al Consiglio di Facoltà una pubblica presa di posizione riguardo il citato decreto.
Misura già presa dal Consiglio di Facoltà di Lingue;
- ai docenti e ricercatori, che come noi subiscono negativamente la riforma, di sfruttare la loro lezione come momento di confronto e dibattito aperto (anche fuori dalle aule) sui contenuti e sulle conseguenze degli artt. 16 e 66 della legge 133
- agli studenti di mobilitarsi con noi da subito, prendendo parte alle assemblee, cortei, manifestazioni che organizzeremo.

Vi invitiamo domani giorno 21 Ottobre alle ore 10,30 ad una assemblea dibattito nell’aula magna di Scienze Politiche
Movimento Studentesco Catanese
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
sposto in ateneo catania, che è la sua sezione ;)
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

ifabio

ifabio Admin 1334 Punti

VIP
Registrati via email