• Catania / Scienze Politiche / Scienze politiche
  • violazione del diritto allo studio

momita-votailprof
momita-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a tutti,

ho aperto questo topic per informarvi che oggi a me e a tutti gli studenti di scienze sociologiche, non frequentanti il primo anno in corso, è stato proibito di frequentare la lezione di statistica con la prof. Tomaselli.

"Caso" vuole che negli ultimi anni molti studenti non siano riusciti a superare l'esame di statistica. Quest'anno "casualmente" molte persone hanno deciso di seguire la materia per riuscire finalmente a darla, ciò ha provocato un sovrannumero di persone presenti al corso, circa 300.
Ovviamente npon è stato possibile fare lezione in tale condizione di disagio, ma l'unica soluzione che i nostri dirigenti hanno trovato è stata di non permettere a coloro che non fanno parte del primo anno in corso, di seguire la materia.

Naturalmente sarebbe stato impensabile dividere il corso in due, e fare più lezioni o affittare una struttura che possa contenere tutti. E' stato invece facile, proibirci di fare lezione, ci è stato detto che al massimo potevamo autofinaziarci.

Scusate, sbaglio ma questa è una università statale???
Ma soprattutto, dove vanno a finire i soldi delle nostre tasse?????
Chiedo la vostra opinione e solidarietà, perchè oggi è successo a noi, ma domani potrebbe succedere a chiunque.

Questa non è una critica rivolta alla prof. Tomaselli, che chiaramente si è attenuta alle disposizioni dei suoi superiori.

La critica va piuttosto al preside e alla presidentessa di corso Prof. Palidda.
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Detto fra noi, solidarizzo per il tuo disagio, ma bisogna che tutti si rendano conto che fare l'università costa. Uno studente costa mediamente 25 mila euro, ne paga al massimo 2000...in tempi di tagli è un miracolo che si continui
E questo lo dico al di la di schieramenti su destra e sinistra...
andreact2003-votailprof
andreact2003-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ero presente oggi in aula ed ho visto in prima persona quello che è successo.
Io mi schiero dalla vostra parte totalmente. E' chiaro che come tutti pagate le tasse e che come tutti avete diritto a seguire le lezioni. Non dico ad aver diritto ad una sedia, chiederei troppo, ma di sicuro di poter assistere alla lezione quello sì.
La professoressa Tomaselli ha detto che martedì dovremmo fare lezione in aula magna... non so quanto sia grande, ma voi fate sentire la vostra voce e se non otterrete risposte andate a seguire lo stesso le lezioni insieme ai ragazzi di primo anno. Ne avete il sacrosanto diritto.
Statistica deve essere una materia aperta a tutti, non si può fare il discorso che siccome i ragazzi di anni diversi dal primo hanno già avuto la possibilità di seguire questa materia adesso devono stare fuori dall'aula. Siamo noi che decidiamo il nostro percorso di laurea e che decidiamo le materie da dare al primo, al secondo anno e così via.
Se non ci sono i fondi e non ci sono aule più grandi questo è un problema della facoltà.
Spero che riuscirete a trovare una soluzione immediata.
momita-votailprof
momita-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"beltipo":
Detto fra noi, solidarizzo per il tuo disagio, ma bisogna che tutti si rendano conto che fare l'università costa. Uno studente costa mediamente 25 mila euro, ne paga al massimo 2000...in tempi di tagli è un miracolo che si continui
E questo lo dico al di la di schieramenti su destra e sinistra...

Sono d'accordo con te, però mi sembra assurdo da parte di una facoltà organizzare banchetti e fare centinaia di conferenze e poi dire di non avere fondi quando si tratta di fornire carta per i moduli di iscrizione degli studenti o di garantire un servizio essenziale come le lezioni. Questa è una facoltà o una sala ricevimenti?
rossodisera-votailprof
rossodisera-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
premetto che trovandomi da più di un mese a bruxelles per lavoro non ho pututo seguire la questione, mi attengo peró con molta fducia a quanto hai (giustamente) raccontato nel forum...anche perchè questo episodio mi sembra di averlo già vissuto lo scorso anno. un´aula b stracolma accoglieva per la maggior parte studenti del primo anno e un bel pó di "volenterosi" del secondo o terzo anno che non avevano (come non abbiamo tuttora) dato la materia. allora si risolse in un primo momento allo stesso modo ovvero "partecipano solo quelli del primo anno", poi eravamo riusciti a convincere il prof. a istituire una sorta di doppio turno di lezioni, che poi, a causa del fisiologico sfollamento delle lezioni di statistica, è confluito nel normale corso delle lezioni.
quest´anno si ripropone il problema e quello che è certo é che non si puó prendere per buona la soluzuione più sbrigativa dell´"arrangiatevi", quasi fosse una colpa non aver dato una materia al primo anno, considerando a maggior ragione che i "colpevoli" saremmo veramente in molti...
da vostro rappresentante in consiglio di corso mi dispiace non poter essere presente in facoltà in questi giorni, spero che al mio ritorno (tra due settimane)il problema sarà già risolto.
credo gli altri rappresentanti stiano già facendo qualcosa. io suggerirei prima di tutto di contarci, vediamo in quanti, non del primo anna siamo interessati a segure le lezioni di statistica.
mi scuso ancora per la mia assenza e vi prego di segnalermi, anche tramite forum o meglio alla mia mail mail_placeholderaggiornamenti o altro.
giorgio
oscar-votailprof
oscar-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao Momita,hai perfettamente ragione,è stato leso il diritto allo studio.Come spesso accade,per affrontare il problema,tra le varie opzioni è stata scelta la soluzione più facile. Noi rappresentanti del corso di laurea abbiamo sollevato il problema alla Prof.ssa Palidda più di una volta, l'anno scorso io personalmente presentai una raccolta firme al Preside che mi rispose con la solita superficialità dell'inesistenza di soluzioni valide.
Ma perchè le facoltà di Giurisprudenza,di economia e commercio,o di lingue, possono usufruire di strutture esterne e noi di Scienze politiche no? Questa è la nostra perplessità, ed è questa la soluzione che stiamo presentanto al rettore e al Preside in una Petizione alla quale anche tu potrai apportare il tuo contributo con la tua firma.
momita-votailprof
momita-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Senza ombra di dubbio puoi contare sulla mia firma e sulla mia collaborazione. Mi sto già impegnando per informare tutti gli altri studenti di quanto accaduto.
_unventoa30gradisotto0_-votailprof
_unventoa30gradisotto0_-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
è vero che uno studente costa mediamente 25 mila euro,ma è anche vero che noi paghiamo le tasse(e non sono cifre irrisorie, considerato anche il fatto che in una famiglia possono esserci più studenti universitari e la somma va oltre i 2000 euro..in tempi abbastanza critici)...a parte questo...paghiamo le tasse per cosa? per fare lezione in piedi o al max seduto a terra? per "vivere"in un ambiente universitario confusionario, alla perenne rincorsa di informazioni su questo, quello e quell'altro...crediti persi, crediti da recuperare....file in segreteria perchè non hanno registrato mille materie nel periodo relativo alle iscrizioni, materie e esami che tutto ad un tratto non fanno più...esami insuperabili per capricci di professori troppo affezionati agli studenti....insomma...se "costiamo" così tanto, perchè in questi anni non si è fatto notare al precedente prof di statistica che il suo modo di fare esami era tutt'altro che produttivo??gli è piaciuto fino ad ora avere studenti bloccati solo per un esame??bene...io non credo che non poteva essere prevista un'affluenza così numerosa alla lezione di statistica proprio quest'anno...la statistica non è materia facile da studiare senza supporto a casa(io ci sto provando e sono più confusa che altro), è nostro diritto poter seguire le lezioni, ed è loro dovere offrirci la possibilità di farlo creando condizioni adeguate....
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Vento hai ragione...per carità, dico solo che l'università va riformata dalle basi, anche in modo doloroso. Chessò, piu tasse, piu servizi, numero chiuso ecc ecc Cosi purtroppo diventa un laureificio e capita che alcuni prof. si sentano in dovere di fare selezioni naturali.
Non dico un prof. specifico, dico in genere...
PS complimenti per il nick, originalissimo.
_unventoa30gradisotto0_-votailprof
_unventoa30gradisotto0_-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
concordo al mille per mille che l'università deve essere riformata alla base(e non secondo quello che sta proponendo adesso il governo...aiuto!!!!)ma spero che non aumentino tasse ne i numeri chiusi...i numeri chiusi sono le prime pallottolle x uccidere il diritto allo studio...secondo me.... :lol:

ps...grazie x il complimenti... :P
beltipo-votailprof
beltipo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Apro un dibattito nella sezione università
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
Suzy90

Suzy90 Moderatore 8659 Punti

VIP
Registrati via email